IL CASO

Gatti uccisi a bastonate 5 casi denunciati a Palazzi

Gli episodi segnalati in un condominio dov’è censita una colonia felina  Sul posto collocata anche una telecamera, accertamenti dei vigili urbani

CECINA. Cinque gatti uccisi a bastonate, ritrovati lungo la strada o sul ciglio di un fosso con la testa rotta. Cinque barbari episodi verificatisi nello stesso perimetro, nell’arco di un paio d’anni. Tutti e cinque i gatti uccisi facevano parte di una colonia felina, regolarmente censita in un condominio lungo la via Salaiola, poco fuori dell’abitato di San Pietro in Palazzi. 

Gatti domestici, adulti e sterilizzati, accuditi dalle responsabili della colonia. Di questi cinque casi si sta interessando ora la polizia municipale. Intorno al cortile del condominio a cui i gatti fanno riferimento è stata collocata anche una telecamera. L’ultimo episodio si è verificato tre giorni fa. Un gatto è stato ritrovato lungo il fossato a lato della strada con la testa rotta. Nessun segno evidente all’esterno, ma la veterinaria che ha svolto la ricognizione e una radiografia al cranio ha confermato che la bestiola è stata uccisa con un colpo di bastone o con un altro oggetto pesante. Non c’è dubbio quindi che anche in questo caso si tratti di un’azione volontaria e messa in atto con lo stesso metodo. Il gatto è stato colpito con forza probabilmente durante la notte. E fatto ritrovare al mattino. Del caso si stanno ora interessando i vigili urbani di Cecina. Che hanno già svolto un sopralluogo.(m.m.)