fiori d’arancio 

Sposarsi a Castiglioncello, boom di prenotazioni

di Alfredo Faetti

Decine di richieste a pochi mesi dal bando per celebrare riti civili in luoghi privati I novelli sposi arrivano sia dall’Italia che dall’estero, destagionalizzando l’offerta

CASTIGLIONCELLO. I fiori d’arancio non sono mai stati così profumati. Non per chi ha scommesso su nuovi servizi almeno, pronto a raccogliere i primi frutti a soli due mesi dalla semina. Il Comune di Rosignano alla fine di gennaio ha chiuso il bando rivolto ai privati che volessero ospitare matrimoni e unioni civili nei propri spazi e le tre strutture risultate idonee hanno già le prime prenotazioni, in arrivo dall’Italia e dall’estero. Un mercato che ha preso piede nel nostro Paese da qualche anno, su cui si sono gettate subito Cecina, Castagneto Carducci e San Vincenzo, pronte ad offrire spiagge e ville ai novelli sposi che vogliono dirsi di sì per tutta la vita lungo la costa cecinese. Ora anche Rosignano ha deciso di scommettere su questo mercato e la sua offerta, per il momento, si è concentrata su Castiglioncello. «La nostra speranza è quella di poter ravvivare la località aiutandola nello sviluppo», dice Carlo Mencacci, uno degli imprenditori che ha portato alla riapertura dell’Astragalo.

Il famoso locale è una delle tre strutture ritenute idonee ad ospitare riti civili, insieme al Casale del Mare e l’hotel Atlantico. Dal mare alla terrazza passando per un giardino incantato, gli scenari in cui allestire un matrimonio non mancano. Il bando indetto dal Comune mirava a trovare i luoghi (privati) idonei in cui allestire una casa comunale, ovvero uno spazio in cui svolgere la cerimonia che faccia le veci di ufficio di stato civile, e ognuna delle tre si è data da fare per allestirla, in modo da poter poi sfruttare il resto dei propri spazi. «Noi lavoriamo da tempo con i matrimoni allestendo i ricevimenti, così abbiamo deciso di tentare anche questa strada sfruttando il nome che già ci siamo fatti», spiega Marco Parillo da Casale del Mare. Una base su cui costruire qualcosa: è stata questa la spinta dei titolari delle strutture. Tempo un paio di settimane e hanno iniziato ad arrivare le prenotazioni. «Abbiamo avuto tantissime richieste, sia dall’estero che dal nord Italia – continua Parillo – Ritengo che sia una novità più che valida: non solo perché permette di creare un circuito interessante, visto che gli ospiti del matrimonio poi devono pernottare almeno una notte a Castiglioncello, ma anche perché gli sposi posso avere ciò che vogliono». E il litorale toscano lo vogliono in molti, specialmente quando si tratta di pronunciare il fatidico sì. Germania, Olanda, Svizzera, Belgio: le prenotazioni estere arrivano soprattutto da questi Paesi, mentre dall’Italia la domanda spazia da nord a sud, da Roma a Milano passando per tutta la Toscana, Livorno e Firenze in testa. «Noi abbiamo già otto matrimoni civili in programma per quest’anno – spiega Mencacci – alcuni dei quali verranno celebrati ad ottobre: ciò permette anche di destagionalizzare l’offerta turistica».



Il nuovo mercato dei fiori d’arancio spinge queste attività a un servizio completo, che non si liti soltanto alla cerimonia e al ricevimento successivo. All’Astragalo, per esempio, viene offerta tutto un wedding planner, che spazia dalla scelta dei fiori agli arredi. «I clienti, gli sposi, cercano luoghi da sogno per le nozze e noi cerchiamo di accontentarli in tutto – continua Mencacci – Castiglioncello è già una meta ambita di per sé, a noi il compito di curare i contorni. Pensi, c’è una coppia italiana che vive a Parigi che ha prenotato il matrimonio qua pur non essendoci mai stata: è bastato il nome di Castiglioncello e l’idea di sposarsi su una terrazza vista mare a convincerli».



Ecco come può essere sfruttato i regali offerti da Madre Natura. Anche all’hotel Atlantico si scommette su questa impostazione. Qua prenotazioni ancora non ci sono, ma vista la tendenza è solo questione di pazienza. «Abbiamo un bel giardino che richiama l’idea della campagna toscana – spiega dall’albero Fulvia Biondi – Stiamo riorganizzando il sito web dove inseriremo la pubblicità. Siamo certi che questa scommessa sarà vincente». I presupposti per essere ottimisti ci sono tutti.

©RIPRODUZIONE RISERVATA