Camper sul lungomare, scatta la protesta

di Alessandra Bernardeschi

Rosignano. Nell’ultimo fine settimana i parcheggi dietro la Coop pieni di caravan, la rabbia dei residenti. Nocchi: «Controlli dei vigili»

ROSIGNANO. È bastato un week-end lungo caratterizzato da temperature estive per far rimontare la protesta di alcuni residenti a causa dei camper posteggiati nelle aree di sosta tra via Berti Mantellassi, via Musselburgh e via Champigny sur Marne. Ossia nelle vicinanze del lungomare di Rosignano Solvay, zona retrostante il porto turistico Marina Cala de’ Medici. Camper posteggiati anche nella zona finale del parcheggio del supermercato Coop.

La linea rossa da non valicare sta nella differenza tra posteggio e campeggio. Se da una parte i possessori di camper si rifanno al Codice della strada che, nel caso del parcheggio equipara i camper alle autovetture, dall’altra molti residenti sottolineano che gli autocaravan rimangono posteggiati per più giorni sempre nello stesso luogo. «Soste - dicono alcuni cittadini- che vanno da un fine settimana ad intere settimane». Impossibile dunque, secondo alcuni residenti «non pensare che il posteggio, in alcuni casi, non si trasformi in campeggio». Da qui la richiesta di maggiori controlli da parte degli agenti di polizia municipale. Inoltre esiste un’area camper, con tanto di servizi, a pochi metri, ossia lungo la via Aurelia a Caletta. Area che al momento deve essere ancora data in gestione. L’amministrazione, nel 2016, provò a regolamentare il fenomeno cercando di far quadrare le normative previste nel Codice della strada con le esigenze dei cittadini e dell’intera comunità che vive a pochi passi dalla zona Coop - porta turistico. La soluzione era quella di chiudere una porzione di area di sosta in Berti-Mantellassi. Ma, attraverso l’associazione nazionale, i camperesti fecero ricorso al ministero delle Infrastrutture; Ministero che invitò palazzo civico a ritornare sui propri passi. Da qui un accordo tra Comune e camperisti ossia di utilizzare l’area sosta più a monte, quella su via Champigy nonché un tratto finale del parcheggio in via Musselbourg. «Cosa che è stata fatta - dice l’assessore alla qualità urbana e viabilità Piero Nocchi - le disposizioni sono sempre in atto. Niente è cambiato rispetto all’anno scorso. I camper, come stabilisce il Codice della strada, possono parcheggiare così come le autovetture. Le due aree, inoltre, sono regolamentate e c’è il servizio spazzamento».

Ovvio che si parli di parcheggio e non campeggio «ossia i possessori dei camper non possono - conclude Nocchi -tirare fuori tavolini o ombrelloni. Ma è loro concesso posteggiare il proprio mezzo. Gli agenti di polizia municipale fanno controlli periodici». Evidentemente la presenza massiccia di camper durante il week-end lungo è balzata agli occhi di molti residenti di Rosignano Solvay. Uno scontro, quello tra camperisti e cittadini, che va avanti da anni.