bolgheri 

Al via a fine settembre abbattimento e potatura dei cipressi

Ottanta piante da tagliare, per 130 serve manutenzione L’intervento costa 200mila euro, finanziato dalla Provincia

bolgheri

Inizieranno a fine settembre gli interventi di abbattimento e sostituzione dei cipressi lungo il viale di Bolgheri.

A essere interessati dall’operazione sono 210 alberi, 80 dei quali malati e 130 soggetti a opere di potatura.

Da alcuni anni infatti le piante di Bolgheri sono attaccate dal seiridium cardinale, un fungo patogeno che crea necrosi nei fusti. Si è reso perciò necessario studiare un intervento in grado di provvedere a tutelare la vegetazione.

Per questo motivo sono stati realizzati studi approfonditi volti a pianificare una serie di operazioni a cui sottoporre i cipressi.

A intervenire economicamente in tal senso è la Provincia di Livorno, che ha stanziato 200 mila euro per l’abbattimento di 80 cipressi, la potatura delle 130 piante che presentano porzioni secche e il reimpianto di 135 esemplari di cloni, resistenti al cancro corticale, allevati in un vivaio sperimentale.

I cloni, nello specifico, saranno utilizzati per sostituire le piante malate. Sono alberi resistenti alla malattia e geneticamente identici a quelli originari.

«Alcuni cipressi, poi - è possibile leggere in una nota del Comune di Castagneto - sono stati dotati di un microchip che monitora lo stato di salute e avverte gli esperti dell’eventuale ritorno del fungo.

Da parte del responsabile del Cnr di Firenze si segnala poi la necessità di prevedere controlli più frequenti, perché è possibile combattere il fungo solo se questo viene diagnosticato in tempo. Un modo, questo, per evitare l’abbattimento delle piante».

La malattia degli alberi, causata appunto da un fungo patogeno, è infatti gravissima per i cipressi. Per arginarla si interviene con tagli mirati e trattamenti fitosanitari, ma non sempre l’uomo riesce a vincere la battaglia, perché a volte la questione diventa irreparabile. E il problema è di antica data.

Già a fine 2014, ad esempio, lungo il viale di Bolgheri risultavano circa 2.400 i cipressi colpiti dal cancro. —