Crepe nella scuola evacuata una classe

di Alessandro Marmugi

La dirigente chiude l’aula, l’allarme rientra dopo i controlli

EMPOLI. Hanno sentito degli strani rumori, molto simili a degli scricchiolii, provenire dalle pareti, proprio mentre stavano facendo lezione. Lungo il muro hanno rivolto lo sguardo su quelle ampie crepe, ormai presenti da anni, che sono parse più larghe rispetto al solito. Alunni e insegnanti preoccupati hanno subito lanciato l’allarme ed è così che, lunedì pomeriggio, un’intera classe è stata fatta evacuare da un’aula della scuola primaria di Pontorme.

Si tratta di una stanza che affaccia sul giardino interno dell’edificio di via Guido Monaco e che non è molto distante dalla strada. Stanza che è stata immediatamente chiusa, in attesa delle verifiche del caso. Il Comune è stato costretto a intervenire per l’ennesima volta per verificare le condizioni dell’edificio, ormai decisamente obsoleto. Talmente vecchio che il comune sta addirittura pensando di mandarlo in pensione.

Erano circa le 15 quando, nel corso dell’orario di lezione, i bambini e la maestra di una classe quinta hanno avvertito degli strani suoni provenire dal muro. Una parete, che ormai da tempo presenta delle ampie crepe e che ha fatto subito preoccupare tutti. Senza perdere tempo le insegnanti hanno immediatamente la dirigente del terzo circolo, Barbara Zari, che ha deciso di chiudere l’aula per precauzione e di evacuare i bambini della classe quinta, spostandoli temporaneamente nel laboratorio di informatica.

Il momentaneo spostamento dei bambini ha fatto scattare l’ira di alcuni genitori sui social che si sono lamentati di come, numerose segnalazioni riguardo alle condizioni della struttura di via Guido Monaco siano state più volte ignorate dall’amministrazione.

Gli alunni hanno svolto fatto lezione nell’aula provvisoria fino a ieri quando è stato effettuato, in mattinata, un sopralluogo all’interno della Jacopo Carrucci da parte dell’ufficio tecnico del comune di Empoli. I tecnici hanno controllato l’aula, analizzando attentamente le spaccature presenti sul muro e che in parte interessano anche l’aula adiacente. Da quanto emerso, il quadro delle crepe, non appare modificato in modo sensibile rispetto a quanto già constatato in precedenti occasioni, si tratta infatti di fessure superficiali. Non sono stati riscontrati segnali tali da indurre a prospettare un pericolo per gli occupanti dei locali scolastici. Per questo l’Aula è stata riaperta e la classe quinta tornerà regolarmente a farci lezione.

Non è la prima volta che l’edificio della Carrucci di Pontorme deve fare i conti con problemi di questo tipo. E in passato sono stati effettuati numerosi interventi, tra questi uno molto importante di consolidamento, a livello di fondazioni, mediante micropali. Ma presto la Carrucci, struttura obsoleta e spesso soggetta a numerose manutenzioni potrebbe salutare. Il Comune infatti ha avviato uno studio di fattibilità per la costruzione di una nuova scuola primaria per la zona di Pontorme. La nuova scuola potrebbe sorgere proprio dove ha sede l’attuale edificio, andando a effettuare un’operazione molto simile a quella che sta interessando in questi mesi la scuola dell’infanzia Pascoli, prima demolita e con un edificio nuovissimo in costruzione.

©RIPRODUZIONE RISERVATA