Cadavere trovato sulla spiaggia:è un velista di 79 anni

di Francesca Gori

Scoperto a Marina di Grosseto: aveva una tuta da pesca addosso, era partito da Portoferraio

MARINA DI GROSSETO. È stato un brutto risveglio quello di questa mattina, domenica 6 per i carabinieri di Marina di Grosseto avvertiti da un uomo che stava camminando sulla spiaggia di Marina e che ha visto un cadavere galleggiare vicino alla riva proprio davanti al bagnetto Gabbiano Azzurro.

L'uomo ha dato l'allarme è i carabinieri sono intervenuti subito: il cadavere è stato tirato a riva e sono cominciati subito gli accertamenti per risalire all'identità del corpo. Addosso aveva una tuta da pescatore, di quelle impermeabili gialle e ancora gli stivali in gomma. Il corpo è stato trascinato dalle correnti fino a Marina di Grosseto, nello specchio d'acqua che si trova proprio accanto a porto di San Rocco: in Maremma non risulterebbero infatti denunce di scomparsi.

La svolta del giallo è arrivata poche ore dopo, quando la barca a vela Black Jack è stata trovata sulla spiaggia del campeggio Maremma Sans Souci davanti a Casa Mora, a Castiglione della Pescaia. Il settantanovenne, originario di Milano, era partito nel pomeriggio di sabato 5 marzo dal porto di Portoferraio, all'isola d'Elba e sarebbe dovuto arrivare a Punta Ala. Una traversata semplice, per un velista esperto e appassionato come lui. 

La ricognizione cadaverica non ha ancora dato risultati certi e il sostituto procuratore Marco Nassi, potrebbe disporre l'autopsia. Due le ipotesi alle quali stanno lavorando gli investigatori: l'uomo potrebbe essere stato colto da un malore durante la traversata oppure potrebbe essere stato scaraventato in acqua dopo essere stato sorpreso dal maltempo. I familiari dell'ex imprenditore che è in pensione da diversi anni sono arrivati in Maremma dove hanno riconosciuto il cadavere.