TIRRENO 140

Otto compagnie per una Cava di Risate

Appuntamento a Roselle con il teatro amatoriale: domenica 30 luglio una splendida serata di leggerezza a ingresso libero

ROSELLE. Sarà una serata esilarante, tutta dedicata al teatro amatoriale, il quarto appuntamento con Il Tirreno 140, domenica sera 30 luglio a partire dalle 22 alla Cava di Roselle, con ingresso libero.
“Una Cava di Risate!” è il titolo della serata: un’apertura straordinaria del giardino tra le pietre alle porte di Grosseto, per il quarto appuntamento con “Il Tirreno 140”, la serie di eventi che il nostro giornale promuove per festeggiare i suoi 140 anni e che vede, questa volta, la collaborazione di Tv9 e della Fita, la Federazione italiana teatro amatori.

Una collaborazione nata, per la verità, nel dicembre dello scorso anno, quando prese il via la prima serie di Palco 9, la trasmissione che Tv9 ha scelto di dedicare proprio al teatro amatoriale della città di Grosseto e della provincia, un mondo vasto e variegato che ha trovato, nella prima serata del sabato, uno spazio per farsi vedere anche in televisione, al di fuori degli spazi canonici del teatro.
Un progetto ambizioso che ha visto, per 25 settimane consecutive, mandare in onda una commedia messa in scena da una compagnia teatrale amatoriale. Sugli schermi di Tv9 sono passati 25 spettacoli e una dozzina di compagnie che hanno avuto modo di farsi conoscere anche attraverso il breve talk show, condotto da Enrico Pizzi e Giacomo Moscato, che precedeva e introduceva la mesa in onda dell’opera teatrale.
E per 25 settimane Il Tirreno ha seguito passo dopo passo questo progetto, facendolo proprio e dedicandogli, ogni sabato mattina, un’intera pagina in cui le varie compagnie si sono potute raccontare, in cui si è parlato delle opere messe in scena e dei loro autori.
Si è parlato, per 25 settimane, di teatro, dal punto di vista di chi lo fa esclusivamente per passione e per amore. “Una Cava di Risate”, dunque, arriva mentre Palco 9 sta andando in replica, ogni sabato sera, e si sta preparando la seconda edizione.
Quello di domenica 30 luglio sera sarà un talk show comico sorprendente, che porterà sul palco della Cava ben otto compagnie di teatro amatoriale della provincia di Grosseto: gli attori delle compagnie si racconteranno, tracceranno un bilancio della stagione che si è conclusa o si sta concludendo, con questa estate, una stagione teatrale che per molte compagnie ha significato anche aver raccolto riconoscimenti importanti fuori dal territorio grossetano.
“Una cava di risate” sarà anche l’occasione per parlare di futuro, del futuro del teatro amatoriale anche con i rappresentanti delle istituzioni, ma soprattutto dei progetti futuri che le varie compagnie hanno per la prossima stagione.
Ma non sarebbe “Una cava di risate” se non ci fosse uno spazio adeguato per quello che le compagnie teatrali sanno fare meglio, e cioè recitare: tra una chiacchiera e l’altra, infatti, le otto compagnie che hanno aderito all’iniziativa de Il Tirreno, daranno un assaggio del loro teatro, comico e brillante, per dare rilievo, così, a una forma d’arte sempre più apprezzata e partecipata.
E allora le risate sono garantite, per una domenica sera all’insegna della leggerezza unita all’impegno, perché, non va dimenticato, il teatro amatoriale ha un grande valore non solo culturale, ma anche sociale.
Dunque, non resta che annullare ogni altro impegno e andare alla Cava di Roselle, domani sera, per conoscere e vedere all’opera compagnie che provengono da tutto il territorio provinciale: la compagni grossetana “I teatranti di Fabio Cicaloni”, la compagnia teatrale “Viva Noi” sempre di Grosseto, “Il Teatraccio” del Dopolavoro ferroviario, grossetani, ma specializzati nel teatro napoletano, e poi il “Laboratorio teatrale Ridi Pagliaccio” di Grosseto, la “Compagnia Instabile dei dintorni” di Roccastrada, la compagnia “La prova generale” di Ribolla e “I Giubbonai” di Pigliano.