LA BUONA NOTIZIA

Camper rubato due mesi fa e ritrovato a 200 chilometri

La polizia stradale ricostruisce la "rotta" del veicolo trafugato dai ladri a un pensionato che vi aveva impegnato i risparmi: è caccia ai ladri

GROSSETO. La polizia stradale di Grosseto ha ritrovato il camper di un pensionato che gli era stato rubato due mesi fa. L’uomo, sessantacinquenne, originario di Parma ma residente a Grosseto, prima di comprare quel Laika, che gli è costato oltre 70.000 euro, aveva passato tante notti insonni, indeciso se impegnare o meno tutta la sua liquidazione per godersi la meritata pensione in giro per il mondo. Ma i suoi sogni si sono infranti a marzo quando, alzando il bandone del garage, ha trovato l’amara sorpresa: il camper era sparito. Dopo essersi presentato in Questura per denunciarne il furto, ha postato su Facebook le foto del mezzo e chiedendo aiuto a tutti.

L’allarme è stato raccolto dalla Polstrada che, insieme alla polizia municipale di Grosseto, ha passato al setaccio le immagini registrate dalle telecamere di sorveglianza in città, alla ricerca di ogni traccia utile a ricostruire le sorti del camper. Così facendo e visionando i video delle telecamere ai caselli, i poliziotti hanno ricostruito pezzo dopo pezzo il mosaico di tutti gli spostamenti del camper, giunto fino alle porte di Roma.

A quel punto gli investigatori di Grosseto e quelli del compartimento Polstrada Lazio hanno localizzato il mezzo non lontano dall’uscita del casello di Roma Sud, ove era stato nascosto in un piazzale nell’attesa di venderlo sul mercato nero. Il camper, poi, è stato restituito al proprietario che, commosso, ha ringraziato tutti per avergli ridato quell’oggetto su cui aveva puntato i sogni e i sacrifici di una vita. Ora la Polstrada è a caccia dei ladri, che hanno i giorni contati.