monterotondo 

Raccolta rifiuti, sconti Tari alle famiglie

di G.S.

MONTEROTONDO MARITTIMOLa raccolta differenziata, soprattutto nei primi tempi, può causare alcuni disagi alle famiglie che si trovano alle prese con le nuove modalità di gestione dei rifiuti, per...

MONTEROTONDO MARITTIMO

La raccolta differenziata, soprattutto nei primi tempi, può causare alcuni disagi alle famiglie che si trovano alle prese con le nuove modalità di gestione dei rifiuti, per questo motivo il Comune di Monterotondo Marittimo ha istituito un apposito fondo economico di 58 mila euro destinato alle utenze domestiche in regola con i pagamenti.

«Non potendo intervenire direttamente sulla riduzione delle tariffe 2018 – spiega il sindaco Giacomo Termine – anche perché il pagamento integrale della Tari dovuta per l’anno in corso è funzionale a garantire la copertura del costo del servizio previsto nel Piano economico finanziario, abbiamo deciso di istituire un apposito fondo di 58 mila euro finalizzato a compensare le famiglie, con un piccolo incentivo economico, per il disagio derivante dall’introduzione della nuova modalità di raccolta dei rifiuti». L’agevolazione per ciascun contribuente avente diritto, non potrà superare il tetto massimo di 150 euro e il pagamento avverrà a seguito del versamento del saldo della Tari 2018, mediante compensazione totale e parziale dell’importo dovuto per la Tari 2019.

Il fondo di compensazione è riservato alle utenze domestiche in regola con i pagamenti dovuti nei confronti del Comune, con riferimento alla tariffa fissa e variabile per la sola abitazione di residenza, senza considerare la maggiorazione provinciale Tefa, da commisurarsi sulla base dell’entità del disagio subito.

Il contributo in denaro sarà determinato in base alla distanza del servizio di raccolta dei rifiuti dall’abitazione ed è riferibile al periodo che va dal 28 maggio al 31 dicembre 2018. Ai nuclei familiari residenti interessati dal servizio porta a porta di prossimità cassonetti ad una distanza non superiore ai 300 metri il contributo massimo sarà pari al 20% della spesa. Ai nuclei residenti interessati dal servizio di prossimità cassonetti posizionati ad una distanza compresa tra il 301 e i 1000 metri sarà dato un contributo massimo pari al 30% della spesa relativa al periodo d’indicazione e sempre riferibile all’abitazione di residenza. Infine, ai nuclei familiari residenti interessati dal servizio di prossimità cassonetti posizionati ad una distanza superiore ai 1000 metri, verrà erogato un contributo massimo pari al 40% della spesa, ovviamente sempre riferibile all’abitazione di residenza. Esclusa la spesa riferibile ai locali accessori e a tutti gli altri immobili detenuti, così come tutte le utenze classificate come non domestiche. – G.S.