Tulipani dall’Olanda Così l’antico cimitero diventa un giardino

di Roberto Riu

Il Garden Club in azione nell’ottocentesca struttura  di viale Mastacchi grazie ai bulbi inviati dall’ambasciata

LIVORNO. Fioriranno i tulipani: millecinquecento bulbi provenienti dall’Olanda sono stati messi a dimora nell’ottocentesco cimitero Olandese-alemanno di via Mastacchi con la prospettiva di farlo tornare in primavera un luogo pieno di colori secondo l’impostazione originaria prevista per queste aree cimiteriali denominate appunto “Giardini”, in cui è rilevante la connotazione naturalistica e dove troviamo fiori, alberi e piante da frutto.

Del precedente “Giardino” situato lungo l’odierna via Garibaldi ne ha parlato nel 1725 il pittore e scrittore tedesco Georg Christoph Martini descrivendone con entusiasmo le fioriture e le alberature. Ed anche ora nell’attuale “Giardino” di via Mastacchi, proprio all’entrata, possiamo vedere, fra l’altro, un albero carico di aranci come fa notare Ennio Weatherford, presidente della Congregazione Olandese-alemanna: «L’intento è di eseguire in collaborazione con l’Università di Pisa il censimento delle piante qui esistenti. Si pensa inoltre di aggiornare l’elenco delle sepolture compiuto anni fa dal compianto pastore Mauro Del Nista che pubblicò un volume insieme al prof. Giangiacomo Panessa».

All’opera di messa a dimora ha collaborato il Garden Club di Livorno intervenuto con la presidente Marcella Montano Musetti, ed alcune socie che dal primo pomeriggio hanno iniziato a piantare i picchetti seguendo il bordo dei vialetti e delle aiuole per definire il punto preciso dove interrare i bulbi in vista della futura fioritura ed ottenere così un piacevole effetto visivo che comunque sarà relativamente prolungato nel tempo poiché lo sbocciare dei tulipani avverrà scalarmente (taluni bulbi sono precoci, altri tardivi).

L’arrivo dei bulbi a Livorno è dovuto all’interessamento di “Olandiamo – Ambasciata e Consolato Generale dei Paesi Bassi” in Italia: i bulbi provengono, in particolare, dall’impresa agricola olandese Fred de Meulder, attiva nella zona di Hillegom dal 1898 ed aderente alla “I-Bulb”, un’associazione per la promozione dei bulbi da fiore di cui l’Olanda detiene il primato di produzione mondiale con una quota pari al 60% del totale. In coincidenza con la fioritura primaverile dei tulipani è prevista anche l’inaugurazione dei lavori di risanamento del Giardino e l’avvio di visite guidate al suo interno dove è tuttora allestita la mostra documentaria permanente realizzata nel settembre scorso dall’Archivio di Stato sulla storia della Congregazione Olandese-alemanna a Livorno in occasione delle Giornate Europee della Cultura.

Eseguito sotto l’egida della Soprintendenza, l’intervento di restauro, finanziato dalla Fondazione Livorno, si è reso necessario per le condizioni di degrado in cui versava il muro di cinta. È previsto inoltre il riposizionamento in situ delle lastre di pietra che ornano i margini dell’accesso, mentre è già stato compiuto il risanamento della splendida cancellata in ferro.