Addio Ipercoop, nasce Coop il “mercato di Livorno”: ecco come sarà - Video

Livorno, viaggio in anteprima nel nuovo (dimezzato) supermercato. A Porta a Terra una “piazza dei freschi”. «Novità assoluta»

LIVORNO. Quell’acciuga con la nuvoletta che dice “vengo anch’io” ha incuriosito un po’ tutti in città. Viaggia sugli autobus ed è in mostra sui manifesti maxi. È la campagna pubblicitaria con cui Unicoop Tirreno vuole colpire e svelare a poco a poco ai livornesi cosa ne sarà della Ipercoop di Porta a Terra, all’interno del centro commerciale Fonti del Corallo. Sì, perché quel nome, per 15 anni punto di riferimento dello shopping cittadino, dal prossimo 30 agosto diventerà ufficialmente Coop “Il mercato di Livorno”. Così si chiamerà il nuovo punto vendita. Non più un iper ma un supermercato. Praticamente dimezzato rispetto al passato (4500 metri quadri contro 8500) e con una formula tutta nuova.

Livorno, addio Ipercoop: ecco "Il mercato di Livorno"



«Per Unicoop Tirreno è un esperimento assoluto: a Livorno abbiamo voluto ricreare lo spirito del mercato tradizionale in chiave moderna, con un rapporto diretto con i consumatori, con prodotti del territorio e offerte formato famiglia, con un punto ristoro dai sapori tipici livornesi»: ad anticipare al Tirreno come sarà il nuovo punto vendita è Fabio Tozzini, direttore commerciale per la Toscana di Unicoop Tirreno. Si tratta, in concreto, di una ristrutturazione - i lavori nella struttura ridimensionata sono in corso da mesi - in cui i posti di lavoro sono stati salvaguardati. Il nuovo supermercato aprirà nella superficie ad oggi interdetta perché interessata dai lavori.

Fonti del Corallo: tra chiusure e aperture tante novità in galleria


Per l’azienda si tratta di un investimento di circa 5 milioni di euro. «Tengo a sottolineare - continua il direttore di Coop Il Mercato di Livorno Massimo Micheli - che in tutta questa fase di lavori non abbiamo mai interrotto il servizio: ci siamo scusati per i disagi e gli spostamenti dei prodotti anche con cartelli». Tutta l’area che non sarà più utilizzata da Unicoop tornerà alla proprietà Igd di Bologna. Così come la zona del piano superiore dove c’erano gli uffici di quella che era l’Ipercoop, i giochi per bambini e il self service Camst che è stato smantellato (15 le dipendenti licenziate). «Qui lavoreranno 230 persone, alcuni dipendenti sono stati spostati in altri punti vendita Coop cittadini e tutta l’occupazione è stata salvaguardata», aggiunge.

Con i vertici di Unicoop Tirreno entriamo all’interno di quell’area-cantiere che entro mercoledì 29 agosto dovrà essere pronta. «Al centro abbiamo creato una sorta di mercato, sarà la piazza dei freschi, della frutta e della verdura, del pesce, della macelleria, dei formaggi, del forno», continua Tozzini. Il legno con cui è stata pensata ricorda proprio i banchi del mercato. La “piazza” da una parte guarda alle casse e dall’altra alla parte “tradizionale” con le scaffalature.

Coop il Mercato di Livorno: «Pane, burro e acciughe: vengo», ecco lo spot dei dipendenti

I dirigenti di Unicoop spiegano anche quel che non ci sarà più, all’interno del nuovo punto vendita. I clienti non troveranno più, ade esempio, la parafarmacia e i prodotti brico. «Tutto ciò che è abbigliamento sparirà e abbiamo molto limitato anche la parte dei multimedia: resta qualcosa di telefonia, rimane l’ottica e via via faremo delle compagne per cui si potranno trovare anche prodotti no-food, come quelli della scuola».

«Quello di fare sconti speciali rispetto alla vendita di confezioni maxi di prodotti di prima necessità è una formula che sperimentiamo per la prima volta», prosegue Tozzini, pensando alle novità in arrivo per Livorno. Sempre nello spirito del mercato, quindi, si potranno acquistare casse di frutta e verdura, per esempio con sconti «fino al 20%», precisa. Questa formula sarà utilizzata con prodotti come olio, pasta, formaggio, latte, carne, detersivi. «Accanto ai normali sconti, la novità è questo focus su offerte formato famiglia», chiude Tozzini.