Rifiuti 

Ascit, ecco le nuove regole per il materiale elettronico

A Capannori sono anche disponibili i bidoncini vuoti da 240 litri nelle scuole Nei comuni della Piana ottimi risultati nella raccolta, con un bonus da 8.800 euro

CAPANNORI

Nuove regole di Ascit per i Raee (recupero apparecchiature elettriche ed elettroniche): l’azienda sta accogliendo, in tutti i centri di raccolta che gestisce, anche i nuovi rifiuti entrati a far parte della categoria .

In fase di raccolta, passiamo così dai precedenti “dieci motivi inclusione” agli attuali “dieci motivi di esclusione” per individuare un Raee. Cosa significa? Se il rifiuto non corrisponde a nessuno dei dieci criteri, allora può essere definito Raee. In questo modo, molti oggetti che non possiedono una spina per ricaricarsi e che prima non erano gestibili all’interno del circuito Raee perché non riconducibili a nessuna delle dieci categorie, adesso ne entrano a fare parte. Ad esempio, le biciclette elettriche e le carte di credito scadute con chip, le prese elettriche multiple e tutte le tipologie di prolunghe, le stufe a pellet, i montascale e così via.

Sulla base dei rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche raccolti negli ultimi tre mesi, Ascit ha ottenuto un premio di efficienza di 8.830 euro. A confermare l’alta qualità del materiale conferito, le analisi eseguite dal Centro di Coordinamento Raee che, trimestralmente, sottopone ad esami attenti e puntuali i rifiuti che riceve dalle aziende, assegnando premi dal valore economico sulla base dell’avvio a recupero e delle condizioni del rifiuto stesso.

Complessivamente, in tutti i centri di raccolta di Ascit, da aprile a giugno sono state recuperate 135,40 tonnellate di rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche fra tubi al neon (430 kg), frigoriferi e climatizzatori (31 ton), apparecchiature elettriche non pericolose come lavatrici, lavastoviglie, forni, cellulari ecc. (80 ton), televisori, schermi (24 ton) ecc.

In Italia, ad oggi la media nazionale pro-capite per la raccolta dei Raee ammonta a 4,89 kg; in Toscana si parla invece di 6,67 kg per abitante. E nei Comuni serviti da Ascit? La media aziendale per i Raee supera quella italiana con 6,45 kg e risulta in linea con quella Toscana. Svettano Porcari e Capannori, rispettivamente con 8 kg e 7,49 kg per abitante. Proprio a Porcari, nei primi sei mesi del 2018, la raccolta dei Raee è aumentata del 19,13% rispetto all’anno precedente. Seguono Villa Basilica, con 7,19 kg di Raee pro capite e Pescaglia con 5,32 dove la raccolta di questi materiali è salita quest’anno del 18,04% rispetto al primo semestre del 2017. A chiudere, Altopascio con 3,32 kg di media per abitante e Montecarlo con 3,21 kg.

Per potersi disfare di apparecchiature elettriche ed elettroniche a fine vita, gli utenti di Ascit devono continuare a recarsi ai centri di raccolta di riferimento, sulla base del loro Comune di residenza: Salanetti 2, Lammari, Colle di Compito, Coselli e Piegaio. Solo nel Comune di Capannori, è attivo anche un servizio aggiuntivo. A tutte le scuole del territorio, infatti, sono stati consegnati uno o due bidoni viola da 240 litri, per la raccolta di piccoli elettrodomestici non pericolosi. —