Un viaggio nel tempo tra sapori e tradizione

di Paola Taddeucci

Una carrellata di eventi farà tornare indietro di secoli il centro storico e non solo Inseriti nel programma anche numerosi eventi culturali ed enogastronomici 

lucca

Non solo centro storico, ma anche le località periferiche. Non solo religione, ma anche folklore, storia e cultura. Non solo tradizione, ma anche l'affermazione dell'identità e dell'appartenenza a un territorio. C'è tutto questo nel calendario del Settembre lucchese, pronto di nuovo a partire con il suo carico di manifestazioni per ogni gusto ed età. L'elenco è lunghissimo e si può consultare sul sito del Comune (www.comune.lucca.it). Ecco alcune segnalazioni.



Adatti a un pubblico eterogeno sono sicuramente gli appuntamenti con i mercati, a partire dalle tradizionali fiere di Borgo Giannotti. Coincidenti con tre ricorrenze religiose, sono in programma il 14 per Santa Croce, il 21 per San Matteo e il 29 per San Michele. Oltre a queste date, si svolgeranno anche nelle domeniche del 16, 23 e 30 e animeranno le zona di Borgo Giannotti e delle Tagliate.

In occasione della Santa Croce, poi, tornerà l'antica fiera degli uccelli al parco fluviale. Altro richiamo di punta è la mostra mercato dell'agricoltura e del territorio dal 1 al 30 sotto il loggiato di Palazzo Pretorio, in piazza San Michele. Olio, vino e tanti prodotti tipici in esposizione e in vendita nei banchi allestiti dalla Camera di commercio e dalla Strada del vino e dell'olio di Lucca-Montecarlo-Versilia. Tanto spazio all'artigianato con diversi eventi: Luccartigiana al Real Collegio dal 14 al 16, Fashion in flair a Villa Bottini dal 21 al 23, “Pane e...” in piazza Napoleone il 22 e 23. In quest'ultima piazza, poi, dal 3 al 30 sarà aperto il tradizionale mercato del centro storico.



A inaugurare le rievocazioni storiche sarà il “Castello rivive”, grande manifestazione in costume che per tre giorni da 27 anni fa tornare indietro di sette secoli il borgo di Nozzano: appuntamento dal 31 agosto al 2 settembre. Atmosfera medievale anche l'8 con l'“Occhio di Lucca”, quando il gruppo storico l'Historica Lucense mostrerà come funzionava l'antico sistema di comunicazione della Repubblica per difendersi dai nemici: dalle torri della città a quelle del territorio il tam-tam avveniva tramite segnali di fumo o di fuoco. La stessa Historica Lucense sarà protagonista sugli spalti delle Mura della gazzarra delle artiglierie: il 13, alla vigilia della Santa Croce, spari a salve come avveniva nell'antica Repubblica per festeggiare gli eventi più importanti. Non mancheranno poi i tornei medievali: tiro con la balestra (l'8 e il 9), il palio della balestra (il 16), arco storico (23) e il palio delle contrade (il 30). Di altra epoca, invece, la rievocazione al Castellaccio di Aquilea: in programma il 22, ricorda la battaglia del 23 settembre 1944 tra tedeschi e forze alleate, vinta da queste ultime con i partigiani.



Tra le mostre da ricordare a Villa Bottini dal 1 al 16 l'esposizione “ Diva senza tempo - il cinema dipinto”, omaggio a Claudia Cardinale per i suoi 80 anni: oltre 150 pezzi tra quadri, manifesti, locandine e brochure. “Se Caravaggio avesse avuto una reflex” è invece il titolo dell'incontro dell'8 (ore 17) alla Koiné, scuola di italiano per stranieri in via dei Tabacchi. Connubio tra cinema e musica con “Stones in Lucca”, documentario sul concerto dei Rolling Stones a Lucca nel 2017: il 28 al cinema Centrale. Arte e musica, infine, dialogano nella “Pittura che suona”, due concerti pomeridiani che si terranno nella chiesa barocca di Santa Caterina il 27 e il 28. —