marcia dei cinque mulini 

In marcia in mezzo alla natura grazie all’As Sillicagnana

di Valter Nieri

Il trentaduesimo appuntamento stagionale col Trofeo Podistico Lucchese  premiato da una giornata splendida e da passaggi in luoghi incantati



Il trentaduesimo appuntamento stagionale con il Trofeo Podistico Lucchese era fissato ieri a Sillicagnana, nel cuore dell’Alta Garfagnana, dove in Estate la natura è rigogliosa e dove, data la giornata bella limpida e luminosa, si poteva ammirare un panorama mozzafiato, sia verso la valle del Serchio, sia verso le cime delle Alpi Apuane e verso l’Appennino Tosco Emiliano. L’edizione numero 14 della marcia “La Cinque Mulini”, categoricamente a carattere ludico motorio, ha richiamato alla partenza i gruppi più numerosi delle associazioni dilettantistiche della Garfagnana, ma si è registrata anche una buona partecipazione di alcuni gruppi della piana lucchese.

A organizzare la manifestazione l’As Sillicagnana del presidente Vinicio Marchetti, animata da un gruppo di persone che lavora in sinergia e in maniera costruttiva dando il suo prezioso contributo promozionale per far conoscere le stupende vallate del territorio comunale di San Romano in Garfagnana, ma anche di Camporgiano. A disegnare il tracciato, quest’anno modificato rispetto alle edizioni precedenti, erano incaricati Guido Franchini, Giovanni Giorgi e Giancarlo Ferrarini, mentre il referente nonché ideatore della marcia, era Angelo Satti.

Dalle 7,45 alle 8,30 si sono succedute le partenze miste sulle distanze prescelte da ogni partecipante di 2, 6, 11 o 18 Km. Il via dal campo sportivo di Sillicagnana, per poi inoltrarsi nel bosco e scorrere nei sentieri che si snodavano in mezzo alla natura fino ai 450 metri di altitudine di San Romano in Garfagnana, quindi si attraversava il borgo della Sambuca e, per le distanze più lunghe, si attraversava la località Villetta, che ha avuto un notevole sviluppo turistico negli ultimi anni. Qui si attraversava il Ponte della Ferrovia percorrendo un lungo tratto asfaltato, simbolo della zona e soprannominato dai residenti “Ponte Tibetano”, pregevole costruzione architettonica degli anni Venti che ha subito diverse ristrutturazioni, l’ultima di recente. Un ponte che si alza di 54 metri dal fiume Serchio e che collega le stazioni ferroviarie di Villetta San Romano con Poggio Careggine in località Sambuca, lungo 408 metri e largo pochi metri per consentire il passaggio della ferrovia Lucca-Aulla.

Dopo un lungo tratto asfaltato la marcia proseguiva nella distanza più lunga inoltrandosi nel Parco Avventura della Selva del Buffardello, costeggiando la Fortezza delle Verrucole. Quindi il ritorno verso il campo sportivo di Sillicagnana per raggiungere il traguardo e chiudere una mattinata ideale per gli appassionati della natura.

Oltre al Trofeo Podistico Lucchese la classifica di partecipazione veniva smossa anche per il Trofeo delle 3 Province. Una classifica che tiene conto solo del numero delle gare fatte ed è per questo che alla partenza si riversano sempre partecipazioni numerose che coinvolgono famiglie intere con la consapevolezza che svegliarsi presto la mattina riporta l’organismo ai ritmi della natura e anche la sola passeggiata è un toccasana non solo per l’umore ma anche per la salute. —