Insieme da 70 anni e non sentirli

di Alessandra Poggi

La cerimonia alla Covetta a Carrra. Le storie d’amore: "Quando mio marito mi disse “sei la più bella”

CARRARA. Chi quelle d'oro, chi quelle di diamante e chi quelle di ferro, ma tutti commossi e felici di esserci, compresi figli, nipoti e anche pro nipoti.

Sono oltre duecento i coniugi che ieri mattina hanno partecipato alla cerimonia delle coppie inossidabili, quella che ogni anno l'amministrazione comunale organizza per festeggiare i cittadini che celebrano le nozze d'oro (50 anni), quelle di diamante (60) e quelle di ferro (70).

E dunque riflettori puntati sulla chiesa di santa Maria mediatrice ad Avenza dove il vescovo monsignor Eugenio Santucci ha celebrato la santa messa.

A consegnare le onorificenze, invece, c'era il sindaco Francesco De Pasquale in fascia tricolore. Una cerimonia molto bella resa ancora più magica dalle voci del coro "Totus tuus", che con i loro canti hanno emozionato i presenti. In totale le coppie invitate erano 223, ma non tutti hanno potuto partecipare, ma erano oltre duecento le coppie presenti.

Come da copione gli sposi hanno ricevuto una pergamena con i loro nomi e gli anni di matrimonio, per tutte le signore una rosa rossa e poi tutti in posa per la foto ricordo.

Il primo applauso è andato a loro, due delle tre coppie che festeggiano i settant'anni: Fabio e Mariastella e Marcello e Rosa. Poi tutti gli altri. Il vescovo nella sua omelia ha ricordato come prima del matrimonio la donna stia alla destra dell'uomo, ma che dopo l'unione passa alla sua destra in quanto "sposa e non più donna".

Mentre il sindaco De Pasquale ha parlato di convivenza: «grazie a voi che siete qui - ha detto - a testimoniare che la capacità di convivenza esiste, nella gioia e nel dolore. Chi festeggia i 70 anni - ha concluso - compie gli anni della nostra Costituzione che io come sindaco rappresento».

Noi del Tirreno abbiamo ascoltato qualche storia d'amore. Come per esempio quella Annamaria Baldi ed Ennio Alderici che festeggiano le nozze d'oro. Si sono conosciuti "alle 5 del pomeriggio di un cinque aprile di tanti anni fa", scherzano Annamaria era ancora minorenne. «Ci siamo visti per la prima volta in pizzeria da Otello - racconta Annamaria - un locale fuoriporta. Ero assieme ad un gruppo di amiche e questo pubblico femminile ha suscitato la curiosità di alcuni ragazzi che erano al bar dove il teatro Animosi. Mio marito dice che mi ha subito notata perché ero la più bella di tutte e così si è fatto avanti e si è presentati. Oggi come allora ci vogliamo un gran bene e ci portiamo rispetto a vicenda».

Nozze di diamante per Irvana Pomesia e Sergio Bertelloni che si sono conosciuti all'età di 17 anni.

«Ci siamo visti per la prima volta nella sala da ballo di Gelsè allo Stadio - raccontano - è stato subito amore. Ci siamo sposati dopo 8 anni di fidanzamento. La serietà è alla base della nostra unione - aggiunge Sergio - per lavoro ho sempre frequentato molte donne, ma non avrei mai messo a rischio la mia famiglia per un'avventura. Bisogna sapersi sopportare e portarsi rispetto, questa è la formula vincente del nostro matrimonio».

E anche Luisa Venturi e Stefano Giorgio Ghiggino (50 anni di matrimonio) si sono visti per la prima volta in una sala da ballo a Marinella.

«Appena l'ho vista - racconta Stefano Giorgio - è stato amore a prima vista. Era e resta bellissima. Appena l'ho vista ho detto è lei, è la donna della mia vita. Ci siamo sposati dopo 4 anni di fidanzamento e siamo ancora assieme perché ci vogliamo bene e abbiamo tanta pazienza reciproca».

Tra i festeggiati anche Tina dalle Lucche e Marco Azzari. Per loro gli anni di matrimonio sono sessanta.

«Ci siamo conosciuti in piazza Farini - ricorda Tina - io avevo 14 anni e lui 17. Io lavoravo in sartoria e lui alle cave, è stato un incontro casuale. Ci siamo sposati dopo 7 anni di fidanzamento. Tra alti e bassi eccoci ancora qua, a festeggiare con questa bella ricorrenza».

Insomma, non sembra esistere una formula dell'amore eterno, ma da quello che si è capito la pazienza è alla base di un matrimonio inossidabile.

©RIPRODUZIONE RISERVATA