Meningite, grave neonato di un mese: trasportato al Meyer

Era ricoverato al Noa ma le sue condizioni si sono aggravate venerdì. Attaccato da una forma di meningite, non contagiosa, contratta durante la nascita

MASSA. Un trasferimento d’urgenza per un piccolo paziente di appena un mese dal Noa all’ospedale Meyer di Firenze. Preoccupano le condizioni del piccolissimo paziente, per via di un batterio preso durante la gravidanza nell’utero materno e che gli ha causato dei seri problemi.

Si tratterebbe di una forma di meningite streptococcica, non contagiosa, che il piccolo avrebbe contratto durante la nascita. E che, visto il peggioramento delle sue condizioni nelle ultime ore, ha fatto propendere i medici per un trasferimento d’emergenza all’ospedale Meyer di Firenze, specializzato nella pediatria.

Sulle condizioni del piccolissimo paziente c’è ovviamente il più stretto riserbo, ma il trasferimento e il tipo di patologia ovviamente hanno destato preoccupazione nei medici. Perché chiaramente curare un caso del genere in un bambino così piccolo, quando le difese immunitarie sono tutte in formazione, diventa più complicato.

Il trasferimento è avvenuto venerdì durante la mattina, proprio all’aggravarsi delle condizioni del piccolo. Il piccolo paziente infatti ha una emorragia cerebrale e va tenuto costantemente sotto osservazione.

Rimarrà dunque ricoverato nell’ospedale specializzato fiorentino, con i genitori al suo fianco, per combattere questa difficile battaglia che lo ha impegnato in tenerissima età.

In Italia, negli ultimi anni, vengono segnalate circa 1.000 meningiti batteriche l'anno in tutta la popolazione.

La fascia di età più colpita è quella pediatrica e in particolare i bambini sotto l'anno di età. —