Un tempo qui venivano i ricchi per l’estate 

Il lusso che non si sostiene Anche i massesi vendono

massaNon solo i vip scappano da Ronchi- Poveromo. Le ville che si vedono in vendita su importanti siti on line, come Case.it o Immobiliere.it, o Idelista, sono quasi tutte di cittadini massesi,...

massa

Non solo i vip scappano da Ronchi- Poveromo. Le ville che si vedono in vendita su importanti siti on line, come Case.it o Immobiliere.it, o Idelista, sono quasi tutte di cittadini massesi, passate di padre in figlio magari, una volta utilizzate come dimore estive: «Qualcuno ricorderà- racconta Giuseppe Pieretti, immobiliarista- che i ricchi massesi, che un tempo vivevano tutti nel centro storico, in estate si trasferivano completamente al mare, nelle loro seconde case, che erano le grandi ville che vediamo tutt'oggi. Ma oggi le ultime generazioni di queste famiglie non possono permettersi tale lusso e stanno cercando di vendere».

Di stranieri proprietari a Ronchi- Poveromo se ne contano, invece, sulle dita di due mani: tre famiglie di Russi, qualche tedesco e alcuni svizzeri, che investirono nel mattone italiano, quando gli affari giravano anche per loro e potevano permettersi le vacanze in queste enormi ville, portandosi al seguito anche la servitù. Oggi hanno tutti messo in vendita le loro proprietà.

Scorrere i siti on line in cui compaiono questi gioielli inarrivabili fa sognare: “600 metri quadrati, 18 camere, 5 stanze, a 100 metri dal mare, con parco di 5000 mq, a partire da 3,5 milioni”. “420 metri quadrati, 6 locali, garage, 3000 mq di pineta con la possibilità- dice l’annuncio- di realizzare, in posizione riservata, una grande piscina con nuoto controcorrente e una piscina con jacuzzi e solarium, raggiungibile anche dall’interno della villa” il tutto a 3,3 milioni di euro.

Quando si va su di prezzo (si arriva fino a 5 milioni di euro) la trattava diventa riservata, ma la maggior parte di questi immobili risultano in vendita già da sette, otto anni. —