Livorno per il diritto al cibo

Comune di Livorno

[Attachment]

5 febbraio. V Giornata Nazionale di prevenzione dello spreco alimentare

L'Amministrazione sta portando avanti da un anno il progetto 'Salute' per una strategia alimentare equa e solidale

Livorno, 5 febbraio 2018 - Oggi, 5 febbraio, ricorre la V Giornata Nazionale di Prevenzione dello Spreco Alimentare, contro lo spreco ingiustificato di cibo a fronte di dati sulla povertà e l'indigenza sociale che sono purtroppo in continuo aumento. Livorno aderisce a questa importante data sottolineando l'impegno che da circa un anno l'Amministrazione comunale ripone nella costruzione della propria Strategia Alimentare che ha nella riduzione dello spreco di cibo e nel combattere la povertà alimentare un obiettivo strategico. Il progetto partecipativo di costruzione della Strategia alimentare di Livorno che si chiama 'SALUTE', ha coinvolto la città nel corso di tutto il 2017 con incontri aperti ai cittadini, rappresentanze del mondo economico e associazioni, per disegnare con loro un vero e proprio Piano del Cibo volto a garantire a tutti i livornesi l'accesso ad una alimentazione sostenibile, salutare, rispettosa dell'ambiente, equa e locale.Il Piano oggi è pronto per essere attuato. Spetta ora all'Amministrazione elaborare una propria Politica Integrata del Cibo con le azioni concrete da mettere in campo per realizzare quanto proposto.

Ma non è soltanto con il progetto 'Salute' che Livorno sposa appieno lo spirito della V Giornata Nazionale di prevenzione della spreco alimentare. Livorno è entrata in partenariato con i Comuni di Massa, Carrara e Montignoso anche per un altro progetto: 'DIRITTO AL CIBO: una rete dei comuni senza sprechi ed esclusioni'che è stato presentato per il finanziamento all'Autorità Regionale per la Partecipazione. 'Diritto al cibo' è un progetto finalizzato a garantire il diritto al cibo a tutti cittadini a partire da coloro che ne sono esclusi, trasformando lo spreco alimentare in una risorsa solidale. Intende agire sulla prevenzione e riduzione e si articola in due parti: una sulla prevenzione allo spreco attraverso l'educazione. Questa parte di progetto sarà realizzata nel Comune di Carrara e di Rosignano Marittimo e trasferita ai Comuni di Livorno e Massa. L'altra parte di progetto sarà invece sulla costruzione di un sistema di micro logistica per il recupero e la donazione delle eccedenze alimentari per fini di solidarietà sociale. Sarà realizzata nel Comune di Livorno e di Massa e trasferita ai Comuni di Carrara e Rosignano Marittimo.

Intanto, proprio domani, 6 febbraio, sarà presentato al CRED ( via Caduti del Lavoro 28, ore 14) un ulteriore progetto legato alla sana e consapevole alimentazione che interesserà il Centro Infanzia Il Piccolo Principe . Si tratta del progetto 3ESSE: Salute, Saperi e Sapori che vedrà coinvolti non solo le insegnanti e i bambini del centro ma anche i genitori, determinanti nel definire le abitudini alimentari dei figli. Il progetto prevede la realizzazione di laboratori di cucina e lo sviluppo di un modello di mensa innovativo costruito sulla filiera corta locale; una sorta di 'Cucina di Salute', come luogo fisico dove mettere in pratica gli insegnamenti dell'educazione alimentare: la salute, la tutela ambientale e la salvaguardia del valore territoriale locale, la lotta allo spreco, l'integrazione, la giustizia sociale e la solidarietà , la cittadinanza e il consumo consapevole. Il progetto è promosso dal Comune in collaborazione con Slow Food Livorno, Università di Firenze e ASL Area Nord.

Il contenuto e’ stato pubblicato da Comune di Livorno in data 05 febbraio 2018. La fonte e’ unica responsabile dei contenuti.
Distribuito da Public, inalterato e non modificato, in data 05 febbraio 2018 13:27:02 UTC.