Il borgo medievale apre ai visitatori giardini e orti segreti 

di Martina Trivigno

Torna a Buggiano Castello “Campagna dentro le Mura”: due giorni alla scoperta di una tradizione antica sette secoli 

BUGGIANO. È una tradizione antica, a Buggiano Castello, quella degli orti-giardino. Una porzione di storia che, secondo i documenti ufficiali, affonda le sue radici nel lontano 1427 e che, nel corso degli anni, ha continuato a ripetersi, senza estinguersi mai. E a portarla avanti, rendendola famosa anche al di fuori dei confini regionali, ci ha pensato l’Associazione culturale Buggiano Castello, attiva sul territorio da circa 45 anni. Che ha dato vita, circa vent’anni fa, alla “Campagna dentro le Mura”, giunta adesso alla sua nona edizione e organizzata con il Comune di Buggiano e con il patrocinio della Regione e della Provincia, in collaborazione con la Fondazione nazionale Carlo Collodi e il Fai.

«Il 30 aprile ed il 7 maggio – spiega il presidente Antonio Disperati – dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 19, gli abitanti del borgo medievale apriranno i cancelli delle loro case per permettere ai visitatori di ammirare i giardini di agrumi e gli orti segreti. L’obiettivo, infatti, è quello di valorizzare il nostro paese e, al tempo stesso, promuoverlo dal punto di vista turistico».
L’edizione 2015 dell’evento, che si svolge una volta ogni due anni, ha portato a Buggiano Castello circa 5. 500 persone, provenienti da tutta Italia e non solo.

Da sinistra, Valerio Pellegrini, Andrea Taddei, Antonio Disperati ed Enrico Coturri

«Sono diciannove – spiega il vicepresidente Enrico Coturri – i giardini inseriti nel circuito e, durante la visita, i proprietari accoglieranno e guideranno gli ospiti, fornendo anche spiegazioni botaniche sulle piante aromatiche e ornamentali che abbelliscono gli orti. Il nostro ringraziamento, dunque, va a tutti gli sponsor che rendono possibile la realizzazione di questo evento, il cui ricavato sarà devoluto per il restauro di Palazzo Pretorio».

I proventi di ogni edizione della “Campagna dentro le Mura” vengono investiti, infatti, per la manutenzione del borgo medievale, affiancando così l’amministrazione comunale nella realizzazione degli interventi di recupero del paese. Tra questi ricordiamo il restauro dell’oratorio della chiesa Santo Stefano in Campioni, della Torre dell’Orologio e della Porta di San Martino, adesso in fase di completamento.
«Sono stati numerosi – spiega il sindaco Andrea Taddei – gli interventi per rendere Buggiano il più bello possibile. Entro la fine dell’anno, poi, verrà anche ripristinata via Regina Margherita, chiusa al traffico dal 2013 per un cedimento della carreggiata».

E la 9ª edizione della Campagna dentro le Mura potrà contare su un servizio navetta potenziato rispetto alle edizioni precedenti. «Il servizio di trasporto – conclude il presidente Disperati – partirà, a ciclo continuo, da piazza Mercato dei Foraggi e sarà compreso nel costo del biglietto (intero 8 euro, ridotto 6 euro). E condurrà i visitatori in un viaggio alla scoperta delle bellezze storico-artistiche e naturalistiche di questo antico borgo collinare della Valdinievole».