ViVal Banca, il cda nomina Alessandro Belloni presidente

Montecatini, lunedì 8 gennaio la riunione che ufficializzerà l’investitura   

MONTECATINI. Si riunirà lunedì 8 gennaio il consiglio d’amministrazione di ViVal Banca (recentemente nata dall’aggregazione tra Credito Valdinievole e ViBanca) che decreterà l’affidamento dell’incarico di presidente del gruppo ad Alessandro Belloni (presidente uscente della “banchina” con sede a Montecatini) e di vicepresidente a Stefano Sala (ex-presidente del collegio sindacale di ViBanca).

Il nuovo istituto (il cui nome per esteso è ViVal Banca, Banca di Credito Cooperativo di Montecatini Terme, Bientina e S. Pietro in Vincio società cooperativa) può contare su un vasto territorio composto da ben sei province e abitato da un milione e centomila persone. La fusione è stata approvata lo scorso 25 novembre da parte delle rispettive compagini sociali nel corso delle assemblee e adesso, con l’arrivo del nuovo anno, ViVal Banca dà inizio ufficialmente alla propria attività al servizio delle famiglie e delle aziende del territorio, sempre nel nome e nel rispetto dei valori fondativi del credito cooperativo. “Professionalità, attenzione, mutualità e vicinanza saranno le linee guida di ViVal Banca – si legge in una nota – per supportare l’economia locale nei 49 comuni delle province di riferimento (Pistoia, Prato, Firenze, Lucca, Pisa e Livorno) e per rispondere alle esigenze di persone e imprese”.

«Il progetto di aggregazione – commenta il presidente Alessandro Belloni – consentirà di raggiungere un equilibrio migliore tra le dimensioni e la competitività, a tutto vantaggio dei soci e dei clienti che così potranno contare su una banca dinamica ed elastica, mentre l’istituto stesso si garantirà un sistema di gestione più “protetto” per affrontare le sfide quotidiane del mercato». Il direttore generale Andrea Rindi sottolinea invece che «ViVal Banca significa una banca più solida sia sotto il profilo patrimoniale sia organizzativo, che ricercherà l’ottimizzazione delle risorse da destinare poi al territorio di riferimento». La fusione legale dei due istituti è effettiva dal 1° gennaio, mentre l’avvio operativo è fissato per lunedì 22 gennaio. ViVal Banca, che ha aderito al Gruppo Bancario Iccrea, può contare su 19 filiali, 200 dipendenti e oltre 6. 000 soci.