lamporecchio 

Patto sicurezza urbana più videosorvegianza e agenti sul territorio

di M.T.

LAMPORECCHIO. L’obiettivo del Comune di è quello di elevare ancor di più il livello di sicurezza locale. Da qui la sottoscrizione, con il prefetto di Pistoia, Angelo Ciuni (alla vigilia del suo...

LAMPORECCHIO. L’obiettivo del Comune di è quello di elevare ancor di più il livello di sicurezza locale. Da qui la sottoscrizione, con il prefetto di Pistoia, Angelo Ciuni (alla vigilia del suo trasferimento a Udine) del patto per l’attuazione della sicurezza urbana.

«Da una parte – spiega il sindaco Alessio Torrigiani – questo accordo consentirà un migliore impiego delle forze dell’ordine sul nostro territorio; dall’altra permetterà di accedere a fondi ministeriali per implementare il servizio di videosorveglianza».

«Con questo progetto – aggiunge il comandante della Polizia municipale, Federico Romani – creeremo una dorsale Ip di telecamere grazie alle quali, dalla cosiddetta “cabina di regia”, monitoreremo l’intero territorio con possibilità di estrapolare filmati e ricercare targhe».

Ma non solo. «Un ulteriore tassello – prosegue Romani – sarà rappresentato dalla collaborazione con le altre forze di polizia: oltre a interventi congiunti, sarà garantito un numero maggiore di personale sulle nostre strade per prevenire furti in abitazioni, truffe ai danni di anziani e, più in generale, la criminalità urbana» . E un ruolo fondamentale per la riuscita del progetto sarà ricoperto, appunto, dalle telecamere.

«La videosorveglianza – conclude il vicesindaco Daniele Tronci – non è soltanto un deterrente, ma soprattutto ha una grande rilievo per eventuali indagini. Intanto, saranno attivate due nuove telecamere nella frazione di Borgano. E, grazie alla possibilità di accedere ai fondi ministeriali, programmeremo l’implementazione del sistema, fino a un massimo di 16 telecamere in più, rispetto alle 23 già, al momento, installate sul territorio» . —

M.T..