L'avvocato: misura eccessiva, speriamo in una revoca

MONTECATINI. Diversa la versione da parte di Andrea Quaranta, che vista la fase giudiziaria delicata si affida alle parole del proprio avvocato, Alessio Celli. «Confermo che dalla prossima settimana il mio assistito sarà sottoposto all’obbligo di firma – esordisce – ma credo si debba specificare che l’ordinanza del Gip è stata emessa sulla base delle indagini della Procura e della Polizia che poggiano sulle dichiarazioni dell’altra parte, oltre che su alcuni riscontri. Quello che però dovrà essere specificato è il ruolo di Andrea Quaranta che al momento viene identificato come colui che ha provocato la vicenda. Vorrei invece ricordare che ha presentato egli stesso una querela per essere stato minacciato. Si confida che il giudice possa revocare la misura sulla base dei documenti e delle dichiarazioni che produrremo. Una misura che riteniamo eccessiva anche per il fatto che la persona è incensurata».