La polizia municipale sgomina una fabbrica del falso

Pisa: è la terza dall’inizio dell’anno, insieme a oltre 250 sequestri. Colpita a monte la filiera della merce taroccata

 

PISA. Un’altra fabbrica del falso scoperta e sgominata dalla polizia municipale, è la terza dall’inizio dell’anno. «La polizia municipale prosegue nell’obiettivo strategico di risalire la filiera del falso per colpire a monte le attività illecite», spiega il comandante Michele Stefanelli. Se nei due casi precedenti la merce taroccata era prevalentemente costituita da capi di abbigliamento e accessori in pelli, i falsari individuati questa volta si erano specializzati in occhiali da sole.
 
Gli agenti, dal sequestro di due borsoni contenenti 500 paia di occhiali, sono riusciti a risalire ad un appartamento in centro che veniva utilizzato per la falsificazione. Piccole frese e mandrini piccole presse venivano utilizzati per appore le etichette di alcuni dei più noti marchi: Gucci, Oakley, Prada, Rayban. Quattro sono le persone che sono state denunciate per contraffazione, rischiano la reclusione da uno a quattro anni e una multa da 3.500 a 35.000 euro. Nell’appartamento è stato scoperto un abuso edilizio, il proprietario dovrà ripristinare lo stato dei locali come all’origine.
 
E dall’inizio dell’anno sono stati oltre 250 i sequestri di merce abusiva in tutta la città, con il sequestro di migliaia di oggetti, e solo nell’ultima settimana due i daspo urbani ad altrettanti venditori abusivi