Al via la convenzione per ampliare il Canale dei Navicelli

di Regione Toscana

FIRENZE - E' stato approvato dalla Giunta regionale lo schema di convenzione tra Regione, Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e Comune di Pisa, per finanziare la realizzazione di una conca di navigazione all'intersezione tra il canale dei Navicelli e l'Autostrada A12, per consentire il passaggio di grandi imbarcazioni tra la darsena Pisana ed il Porto di Livorno. Il costo complessivo dell'intervento è di 12,25 milioni di euro: 6,25 a carico dei privati e 6 dal Fondo Sviluppo e Coesione Infrastrutture 2014-2020.

Lo ha annunciato il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, nel corso del breafing che ha tenuto con i giornalisti per illustrare i provvedimenti adottati dalla Giunta.

'Intendiamo garantire - ha spiegato il presidente - che i nuovi yacht che vengono costruiti nell'area pisana possano accedere al mare con maggiore facilità. E' per questo che nei prossimi giorni ci incontreremo con la Provincia e con i responsabili di Camp Darby per studiare le migliori modalità per bypassare la Darsena pisana e accedere al mare attraverso il Canale scolmatore, cogliendo anche l'obiettivo di far defluire meglio le acque in caso di necessità. Si tratta quindi di un'opera strategica per l'economia toscana e per la sicurezza idraulica'.

L'opera consentirà il passaggio di grandi imbarcazioni tra la Darsena Pisana e il Porto di Livorno. A questo scopo verrà aumentata l'altezza utile (da 11,20 a 14,20 metri) dell'intersezione con la A12 che è attualmente un punto critico del Canale dei Navicelli, in corrispondenza del viadotto.

Il cofinanziamento di 6 milioni fa parte delle risorse assegnate alla Regione, nell'ambito del Piano Operativo Infrastrutture, con il Fondo Sviluppo e Coesione Infrastrutture 2014-2020. La convenzione individua il Comune di Pisa quale soggetto attuatore, ed è al Comune che verrà erogato direttamente il finanziamento.

Secondo il cronoprogramma delle attività, attualmente siamo nella fase dello studio di fattibilità dell'opera, ma entro il 2018 dovranno essere completate le progettazioni preliminare e definitiva. Entro il 2019 invece dovranno essere portate a termine la progettazione esecutiva e la gara per l'affidamento dei lavori. Il loro avvio è previsto nel 2020 mentre la conclusione dell'opera avverrà entro il 2021.

Disclaimer

Regione Toscana ha pubblicato questo contenuto il 13 giugno 2018. La fonte è unica responsabile delle informazioni in esso contenute. Distribuito da Public, senza apportare modifiche o alterazioni, il 13 giugno 2018 10:27:03 UTC