Neutrini e materia oscura, la ricercatrice Galati ospite al Cnr

Mercoledì 9, dalle 15 ultimo appuntamento del ciclo di seminari “Areaperta”, nell’auditorium del Cnr di Pisa, con un viaggio alla scoperta dei neutrini

PISA. Mercoledì 9, dalle 15 ultimo appuntamento del ciclo di seminari “Areaperta”, nell’auditorium del Cnr di Pisa, con un viaggio alla scoperta dei neutrini. Ipotizzati per la prima volta nel 1930 come soluzione per risolvere alcune incongruenze che erano state osservate, hanno richiesto ben 22 anni di sforzi prima che la loro esistenza fosse confermata.

Da allora, i neutrini continuano a regalare ai fisici innumerevoli sfide. Possono essere considerate delle “particelle fantasma” perché hanno una massa così piccola che finora nessun esperimento è stato in grado di misurarla. Inoltre i neutrini sono poco dediti all’interazione: sono, infatti, le uniche particelle in grado di attraversare indisturbate l’intero universo facendo giungere fino a noi informazioni dallo spazio più remoto.

Giuliana Galati, giovane fisica nucleare dell’ Università di Napoli “Federico II” e brillante divulgatrice scientifica ci condurrà in questo viaggio alla scoperta dei neutrini: dalle sfide per poterli catturare, ai misteri sulla loro natura e comportamento (la cui risoluzione è valsa il Nobel per la Fisica 2015), fino alle prospettive future. Giuliana Galati si è laureata in Fisica Nucleare, Subnucleare e Astroparticellare presso l’Università di Bari “Aldo Moro”. Nel 2017 ha conseguito il dottorato in Fisica presso l’Università di Napoli “Federico II”, dove continua a fare ricerca, occupandosi di neutrini e materia oscura.

©RIPRODUZIONE RISERVATA.