Sette ragazzi autistici andranno a piedi da Marzabotto a Prato

Insieme ai loro educatori percorreranno il "Sentiero blu" di trekking nel verde dell'Appennino in occasione della Giornata mondiale sull'autismo del 2 aprile

PRATO. Va da Marzabotto a Prato il "Sentiero blu" di trekking nel verde dell'Appennino che un gruppo di ragazzi autistici con i loro educatori percorreranno a piedi per aumentare la consapevolezza sul fenomeno: è questa la principale iniziativa in occasione della Giornata mondiale sull'autismo, il 2 aprile, organizzata dalla Fondazione Santa Rita e dall'associazione Orizzonte autismo in collaborazione con i Comuni di Prato, Vernio, Marzabotto, Grizzana Morandi e Castiglione dei Pepoli, l'Asl Toscana Centro e tanti enti pubblici e privati che hanno voluto collaborare al programma, tra cui la Proloco di Montepiano, la Misericordia di Vernio, la Croce Rossa Comitato di Vernio, la Pubblica Assistenza di Prato, Club Alpino italiano, l'Emporio della Solidarietà, Coop 22, Oratorio di S. Anna, Decathlon, Parco Prato, negozio Il Campione e Coleschi.

La manifestazione, che non si limiterà ad una giornata, ma è anzi già avviata il 14 marzo con la maratona di pittura "Dipingi il nostro cammino", è stata illustrata ieri nel Salone consiliare del Comune di Prato dalla presidente del consiglio comunale Ilaria Santi, dal presidente della Fondazione Opera Santa Rita Riccardo Macrì, dalla presidente di Orizzonte Autismo Eva Maggiorelli, dal direttore dell'Unità Neuropsichiatria infantile della Asl 4 di Prato Marco Armellini e dall'educatore Bruno Grazioso del progetto La Base.

«Quest'anno abbiamo voluto organizzare una "settimana in blu", il colore simbolo dell’autismo, con tante iniziative che coinvolgono non solo le famiglie e le associazioni che si occupano di questo disturbo, ma anche istituzioni e associazioni di tutti i livelli e di territori diversi - spiega la presidente Ilaria Santi - L'obiettivo è richiamare l'attenzione della comunità e aumentare la consapevolezza a riguardo non solo nella ricorrenza del 2 aprile». «Nel territorio è carente la percezione dell'enorme lavoro che quotidiamente a Prato viene svolto da associazioni, famiglie ed istituzioni sull'autismo - dice anche il presidente Macrì - In questo Prato è davvero un'eccellenza. Anche la manifestazione che presentiamo è il frutto di un'attività ordinaria che viene svolta tutto l'anno e con cui vogliamo dire alla nostra città che l'autismo è un problema, certamente, ma può rappresentare anche una risorsa, un punto di vista differente sulla realtà. Questi ragazzi hanno tanto da insegnarci».

Il Sentiero Blu sarà suddiviso in 7 tappe, con partenza il 27 marzo da Monte Sole a Marzabotto e arrivo il 2 aprile in piazza Santa Maria delle Carceri, dove si svolgerà la festa "Prato in blu". Al tramonto anche il Castello dell'Imperatore si tingerà di blu con una suggestiva illuminazione. A intraprendere il percorso di trekking attraverso l'Appennino, toccando Grizzana Morandi, Camugnano, Montepiano e Montecuccoli, saranno 7 ragazzi affetti da autismo, 2 ospiti delle strutture sociali della Fondazione Santa Rita, 3 migranti e 4 operatori. Durante i 7 giorni di cammino i Comuni e le associazioni aderenti forniranno vitto e alloggio al gruppo in rifugi e altre strutture.