Salta in mezzo ai binari mentre arriva il regionale, salvato dalla Polfer

Prato, attimi di terrore in stazione centrale per un ragazzo di 28 anni che tenta di suicidarsi. Era stato affidato a un amministratore di sostegno

PRATO. Era già in mezzo ai binari che corrono lungo il marciapiede del primo binario della stazione centrale, quando tre agenti della Polfer, davanti allo sguardo terrorizzato dei tanti viaggiatori, hanno faticosamente portato via un ragazzo di 28 anni che voleva lasciarsi travolgere dal regionale proveniente da Firenze e diretto a Viareggio che stava entrando in stazione

Attimi di terrore quelli vissuti poco dopo le 19 di mercoledì 3 agosto. Gli agenti di polizia si sono subito accorti di quello che stava accandendo e mentre tentavano di convincere il giovane a salire su marciapiede, il macchinista del regionale ha azionato il sistema di frenata “rapida” per evitare l'impatto.

Il giovane, residente in provincia di Firenze, era confuso e non lucido e c'è voluto del tempo agli agenti e al  comandante Polfer per venire a capo della situazione. Il ventottenne, rimasto senza familiari ma con solo un fratello che risiede nella provincia di Vicenza, era stato da poco affidato dal Tribunale di Firenze ad un amministratore di sostegno. Una volta rassicurato e calmato, il giovane è stato affidato all'equipe di un’ambulanza del “118” che l'ha condotto al Santo Stefano.