Falso avvocato e falso carabiniere truffano una pensionata

E' successo a Vaiano, dove un'ottantenne ha consegnato tremila euro per i danni di un incidente mai avvenuto. Un raggiro identico è stato sventato da una donna di 94 anni a Prato

PRATO. Una truffa sventata e una andata a segno. In entrambi i casi i truffatori hanno finto di essere carabinieri e sono stati gli stessi carabinieri, quelli veri, a mettere in guardia la cittadinanza. Il primo episodio si è verificato qualche giorno fa a Prato, dove una donna di 94 anni ha raccontato di aver ricevuto due telefonate, prima da un sedicente avvocato e poi da un sedicente carabiniere che le chiedevano di consegnare 4.000 euro a titolo di risarcimento per un incidente stradale causato dalla figlia. Quando un truffatore si è presentato a casa della donna per ritirare la somma, però, l'anziana non ha aperto e il truffatore è scappato.

Il secondo episodio è accaduto martedì 17 a Vaiano e in questo caso i truffatori hanno raggiunto il proprio scopo. Identico il sistema usato nei confronti di una ottantenne, che è stata contattata da un falso avvocato che si è presentato a casa e si è fatto consegnare tremila euro in contanti per un incidente stradale causato dalla figlia dell'anziana che ovviamente non era mai avvenuto. Per rendere più convincente la richiesta il falso avvocato ha fatto chiamare la pensionata da un uomo che ha detto di essere un maresciallo dei carabinieri.