Ecco il giardino dedicato a don Maggini e don Paci

Inaugurato all'Iteps Paolo Dagomari il giardino tematico all'esterno dell'istituto con la presenza di piante rappresentative di tutto il territorio provinciale di Prato

PRATO. E' stato inaugurato all’istituto Dagomari il nuovo giardino. L’Iteps Paolo Dagomari ha realizzato la ristrutturazione degli spazi esterni alla scuola. Questo sia per creare nuove opportunità didattiche che per offrire agli studenti - e a tutto il personale che vi opera- spazi fruibili all’insegna della bellezza.

«L’idea di base - come sottolinea il professor Gerardo Furzi responsabile Ambiente del Dagomari - è stata quella di creare un collegamento con il territorio e la cultura che esso ha prodotto nel corso dei secoli. Partendo dunque dalla raccolta delle nature morte e delle piante del Bimbi, nella Villa Medicea di Poggio a Caiano, dagli affreschi del Passignano nella Villa di Artimino - uno dei quali fornirà la base per realizzare l’impianto dell’orto con le piante officinali - l’intento è quello di realizzare un percorso comprensivo di tutte le tipicità botaniche del territorio, senza dimenticare le colture di castagni delle montagne valbisentine. La dirigenza, il corpo docente e tutto il personale Ata intendono dedicare la realizzazione del giardino alla memoria di due carissimi docenti che hanno profuso la loro attività al Dagomari per lungo tempo don Moreno Paci e don Alberto Maggini». La realizzazione del progetto è possibile grazie al contributo dell’assessorato all’Ambiente, della Confraternita delle Bombette del Dagomari, della Provincia di Prato, del Consorzio del vino di Carmignano e della Fattoria di Capezzana.