Minaccia le impiegate dei Servizi sociali: arrestato

In manette un uomo di 44 anni che pretendeva di essere pagato per presunti lavori eseguiti. E' anche evaso dagli arresti domiciliari

PRATO. E' evaso dagli arresti domiciliari per andare negli uffici dei Servizi sociali dell'Asl a minacciare le impiegate chiedendo che gli venissero consegnati 180 euro per presunti lavori che aveva eseguito. Per questo un uomo di 44 anni è stato arrestato dalla polizia con le accuse di evasione e minacce. L'episodio è accaduto nella prima mattinata di lunedì 16 in via Cavour, all'interno dell'ex ospedale Misericordia e Dolce, dove hanno sede i Servizi sociali dell'Asl.

L'uomo si è presentato intorno alle 8 e ha chiesto che gli venissero consegnati 180 euro in cambio di presunte prestazioni lavorative di natura sociale che dice di aver fatto. Le impiegate non sapevano nulla di tutto ciò e si sono opposte. A questo punto l'uomo, secondo il racconto delle dipendenti, ha iniziato a minacciarle e a frugare nei cassetti alla ricerca del denaro. Qualcuno ha chiamato la polizia e poco dopo il quarantaquattrenne è stato bloccato dagli agenti di una volante, portato in Questura e arrestato.