Alternanza scuola-lavoro: accordo per l'inserimento degli alunni disabili

Il protocollo siglato tra la sede di Prato dell’Ufficio scolastico per la Toscana e Confartigianato Imprese Prato, interessa circa 150 studenti delle superiori

PRATO. Inserire gli studenti disabili nel mondo delle imprese nell’ambito dell’alternanza scuola-lavoro: questa la finalità del protocollo siglato oggi, giovedì 19, tra la sede di Prato dell’Ufficio scolastico per la Toscana e Confartigianato Imprese Prato, che permetterà di attivare un processo virtuoso per uno scambio di esperienze dal forte impatto sociale. Il presidente di Confartigianato, Luca Giusti, e la dirigente dell’ufficio scolastico, Laura Scoppetta, hanno così dato vita a un’iniziativa unica nel suo genere specifico a livello regionale e tra le prime a quello nazionale. La platea interessata è di circa 150 ragazzi disabili che frequentano la scuola superiore di secondo grado.

“Si tratta di un accordo molto concreto con contenuti operativi – spiega Scoppetta – La scuola sarà impegnata nella fase preliminare dell’osservazione dei ragazzi per poi indirizzarli in base alle loro propensioni e capacità. L’intera attività sarà in piena collaborazione con Confartigianato attraverso i la costituzione di una cabina di regia con incontri sia a inizio che a fine anno per correggere al meglio la rotta di questo progetto che ha validità biennale”.


“Si tratta di un progetto in piena sintonia con la mission di Confartigianato – dice Luca Giusti – Nella nostra associazione infatti la persona viene ancora prima dell’impresa perché senza la prima non esisterebbe la seconda. Una sensibilità che fa parte del nostro dna e che già in precedenti occasioni si è manifestata con l’avviamento al lavoro di giovani”.


Il progetto, già operativo fin dal prossimo anno scolastico, vedrà Confartigianato selezionare imprese di ogni settore disponibili ad offrire a questi ragazzi l’opportunità di imparare un mestiere per garantire loro un futuro post-scolastico, in base alle conoscenze e capacità che sapranno mettere a frutto.