Minacciò l'infermiera con una scacciacani: assolto

Il giudice sulla base di una perizia ha ritenuto l'imputato incapace di intendere al momento dei fatti

PRATO. E' stato assolto perché ritenuto incapace di intendere e di volere al momento dei fatti l'uomo di 67 anni, Claudio Marucelli, che lo scorso 20 febbraio seminò il terrore al pronto soccorso dell'ospedale Santo Stefano puntando una pistola (si scoprirà poi che era una scacciacani) contro un'infermiera dopo che gli era stata negata un'ambulanza per tornare a casa. Marucelli, difeso dall'avvocato Davide Pucci, è comparso oggi, 11 maggio, davanti al giudice Scarlatti per la prosecuzione del processo per direttissima e il giudice, sulla base di una perizia psichiatrica, lo ha assolto, disponendo per lui un anno di libertà vigilata. Il 20 febbraio Marucelli aveva anche provato a sfilare una pistola vera dalla fondina di un addetto alla vigilanza.

"Niente ambulanza per andare a casa", e lui minaccia l'infermiera con la scacciacani