monaco di baviera 

Rolling Stones in gran forma con lo show che vedremo a Lucca

MONACO DI BAVIERA. Dodici gradi, pioggerella che a tratti è stata anche pioggia, ma Mick Jagger e compagni hanno riscaldato magnificamente gli oltre 70. 000 spettatori presenti al concerto all’Olympia...

MONACO DI BAVIERA. Dodici gradi, pioggerella che a tratti è stata anche pioggia, ma Mick Jagger e compagni hanno riscaldato magnificamente gli oltre 70. 000 spettatori presenti al concerto all’Olympiastadion di Monaco di Baviera, martedì sera. Seconda tappa del tour europeo No Filter che il 23 prossimo li porterà a Lucca, i Rolling Stones hanno dimostrato di essere in piena forma, nonostante le date sui loro documenti di identità ormai indicano che tutti fanno parte della categoria over 70.

La rockband più anziana e più famosa del mondo sa cosa fa, non ci sono dubbi, merito anche di un palco superlativo. Per gli Stones è stata la quindicesima esibizione nella città, e, come proprio Jagger ha ricordato, la nona nella stessa location: in quello che è stato lo stadio olimpico si sentono a casa loro. D’altronde proprio a Monaco hanno prodotto due dei loro album più famosi: “It’s Only Rock’n’Roll” (1974) e “Black and Blue” (1976).

Lo spettacolo, durato due ore abbondanti, ha messo in fila uno dopo l’altro, davanti a 4 schermi giganti, 19 pezzi, più 2 per il bis, in totale uno in meno di quelli presentati ad Amburgo nella prima tappa del tour, pochi giorni fa. Non è mancato su Twitter chi si è lamentato di questa differenza di trattamento. Set list di classici e proposte dall’ultimo album, interpretati senza compromessi con un’energia che toglie il fiato. Pubblico in visibilio già alla seconda canzone: “It’s only Rock’n’Roll” poi tutto un crescendo, con Jagger che si muove su e giù per il palco come un ragazzino e Keith Richards che sembra sul punto di incendiare la chitarra. “Tumbling Dice”, “Paint It Black”, “Honky Tonk Woman”, “Miss You”, “Start me up”, “Brown Sugar”… fino a “Satisfaction” cantata dal pubblico ormai in delirio e assolutamente soddisfatto.

Per la seconda volta dal vivo, la prima è stata ad Amburgo, cantano anche “Dancing with Mr. D”, dall’album “Goats Head Soup” del 1973. “Beast of Burden” viene presentata come la canzone più richiesta dal pubblico via web. Bis con “Gimme Shelter” e “Jumping Jack Flash”. Impianto scenico straordinario, degno dell’Olimpo della musica rock, acustica perfetta e potente. Tanto potente che il concerto è arrivato in tutta Monaco, nel raggio di 6 chilometri.

Jeanne Perego

©RIPRODUZIONE RISERVATA.