La grande bellezza in cinque borghi toscani, Tremila scatti, 5 valgono uno smartphone

di Ilenia Reali

Castiglioncello, Pietrasanta, Capraia Fiorentina, San Gimignano, San Miniato. Cinque splendidi borghi raccontati in altrettante fotografie selezionate dal Tirreno: oggi, domenica 9 settembre, saranno premiate con cinque telefoni Vodafone Smart N9

Castiglioncello, Pietrasanta, Capraia Fiorentina, San Gimignano, San Miniato. Cinque splendidi borghi raccontati in altrettante fotografie che non si limitano a essere un bello scatto ma raccontano un’emozione, trasmettono la vita dei nostri paesi. Punti di vista spesso insoliti degli scorci toscani che non smettono mai di stupire. Sono le fotografie scelte dopo una selezione difficilissima tra oltre 3.000 fotografie postate sulle nostre pagine Facebook o inviate al giornale tramite Messenger.

È la storia del desiderio inesauribile di tanti toscani che hanno postato senza interruzione, scenari bellissimi. Gli autori selezionati da Il Tirreno, tra cui non c’è alcun fotografo professionista, saranno premiati oggi, a Vinci, dalle 17, 30 in poi (piazza panoramica del museo di Leonardo) nell’ultima tappa del tour “Un’altra estate”.

Il... lieto fine della storia è rappresentato da autentici gioielli tecnologici che finiranno nelle mani del quintetto di lettori del Tirreno. Cinque telefoni Vodafone Smart N9: design, alta tecnologia e navigazione sulla Rete 4G. Display da 5,5″, 2 GB di ram, 16 GB di memoria interna (espandibile tramite microSD fino a 32 GB), fotocamera posteriore da 13 megapixel, anteriore da 8 megapixel batteria 2.900 mAh e Android 8.1.

La grande bellezza in cinque borghi

Pietrasanta di Lapo Caciagli


Lapo Caciagli, 43 anni, segretario di ricevimento in un hotel, originario di Firenze e adottato dalla Versilia ha inviato una foto di Pietrasanta, una donna passeggia sotto la pioggia e sotto un cielo di farfalle. «Ho voluto raccontare il passaggio di consegne tra gli ombrelli che adornavano via Mazzini l’estate scorsa e le farfalle di quest’estate».

Castiglioncello di Mirko Zaganelli

Un passaggio di testimone quasi come quello raccontato da Mirko Zaganelli, 26 anni di Bibbona, che ha fotografato Castiglioncello visto dalla finestra di un hotel abbandonato.

Capraia Fiorentina di Girolamo Viscusi

Un classico che non delude mai. La fotografia di Girolamo Viscusi è invece un atto d’amore per un luogo, Capraia Fiorentina. Girolamo, 41 anni, di Spicchio (Vinci), operaio specializzato, ci passa spesso. E ogni volta ne rimane folgorato tanto per la luce, lo scorcio, lo sguardo migliore.

San Gimignano di Andrea Mamone


Andrea Mamone è uno studente di economia di 26 anni. Di Cascina, si definisce un curioso. La sua foto di ballerini a San Gimignano è malinconia, passione, carattere. «È stata scattata durante Nottilucenti2018», racconta. «Fotografo spesso, con la macchina o col cellulare: mentre faccio sport, o passeggio. Amo il territorio toscano e sono un curioso».


San Miniato di Alessio Borghini

 

Alessio Borghini, 46 anni di Montopoli in Val d’Arno, magazziniere in un calzaturificio, ci ha regalato un angolo di San Miniato. «Era un’uscita con gli allievi del corso base del club di cui faccio parte e come sempre ero alla ripresa di un punto di vista insolito. Quando arrivo in un luogo mi piace fermarmi e guardarmi attentamente intorno per trovare una posizione non banale».

Qualunque appassionato lo sa bene: una bella foto è quella che non avrebbe fatto chiunque. «Mi sono messo con le spalle al muro per poter avere la statua in primo piano e prendere il più possibile della piazza: grazie a un buon grandangolo, la foto scelta da Il Tirreno è il risultato finale». —