La grande abbuffata

di Maria Teresa Giannoni

Chef per un giorno. Luxuria ai fornelli e la cucina trans

Chef per un giorno lo possono diventare tutti. Basta però che siano famosi. Il programma in onda tutte le sere alle 19 su La7D ha già schierato un’infinità di personaggi dello spettacolo che sanno stare anche dietro i fornelli. Nella cucina di un ristorante, supportati da uno staff di cuochi professionisti, devono preparare due antipasti, due primi, due secondi e due dolci, tutti piatti che verranno serviti ai clienti ai tavoli e a una giuria di esperti. Nessuno in sala conosce l’identità dello “chef per un giorno” e il divertimento sta nel vedere come questo dalla cucina assiste alle loro reazioni. Finora abbiamo visto di tutto: da un Carlo Lucarelli che ha presentato un menu tradizionale emiliano a Lillo che invece non sapeva dove mettere le mani. Per arrivare a Luxuria che ha presentato una serie di piatti pugliesi che mettevano in confusione i giudici indecisi se si trattasse di uno chef uomo o donna. "Trans" diceva lei allegramente.