La scatola magica

di Luciano Donzella

Il ritorno di Ulisse. Odissea, il day after del novello Omero

Ulisse è tornato e ha il volto di Alessio Boni (la domenica in prima serata su RaiUno). E fin qui niente di male, l’attore bergamasco è già rodato sul pubblico delle fiction. Prima di lui, le vesti (ridotte) del re di Itaca sono state indossate per Hollywood da Kirk Douglas, muscolato come un eroe del peplum. Poi perfino da un improbabile Armand Assante. Gli americani naturalmente hanno fatto i consueti danni di quando toccano la cultura classica, con gli dei trasformati in supereroi. In mezzo però c’è stato Bekim Fehmiu, jugoslavo dal volto triste. Ricordate il fascino di quell’Odissea di 46 anni fa, introdotta dai ruggiti lirici di Giuseppe Ungaretti? Ora tocca ai francesi. La serie nasce da un’idea di Frederic Azemar: Ulisse dopo il ritorno a Itaca. Un’ideona! Cosa accadde ce lo racconta lui, novello Omero. L’Odissea insomma è solo l’antefatto, dettagli. Nell’ultima puntata compare perfino il poeta cieco. Vediamola. Magari scioglie i cani.