Ingoia un ramoscello, bambino di un anno in prognosi riservata

Il piccolo aveva accusato difficoltà respiratorie. Necessario un intervento per rimuovere l'oggetto dai polmoni. Ora è ricoverato nel reparto rianimazione del Meyer

PERUGIA. E' stato soccorso dai medici dell'ospedale di Perugia un bambino di poco più di un anno che aveva accusato difficoltà respiratorie dopo aver ingoiato un ramoscello mentre si trovava al parco. Durante la notte il piccolo è stato trasferito in elicottero al Meyer di Firenze per la rimozione del corpo estraneo.

Secondo quanto spiegato ai medici dalla madre del bambino - riferisce l'ufficio stampa dell'Azienda ospedaliera - il piccolo avrebbe raccolto una infiorescenza mentre era in un parco. Inizialmente non aveva lamentato problemi ma nella notte i genitori si sono accorti che respirava male e mercoledì 29 marzo lo hanno portato all'ospedale di Perugia, dove il medico di turno in Pediatria, Edoardo Farinelli, ha organizzato subito una equipe per i primi soccorsi. Impegnati anche i dottori Maurizio Radicioni, della Terapia intensiva neonatale, e Sabrina Piccotti, Rianimazione.

E' stata quindi allertata la Prefettura di Perugia e organizzato il trasferimento con un elicottero partito dall'aviosuperficie "Franco Tommasoni". Il ramoscello è stato estratto dai polmoni del bambino che - riferisce l'ufficio stampa dell'Azienda ospedaliera di Perugia - si trova ora ricoverato nel reparto rianimazione del Meyer con riserva di prognosi. Le sue condizioni sono definite stazionarie. L'intervento è "riuscito senza alcuna complicazione"