Vaccini, i primi dati toscani: "Immuni quattro bambini su cinque"

Lo annuncia l'assessora regionale alla Salute, Stefania Saccardi, che auspica di arrivare al 95%. Si tratta della soglia necessaria per raggiungere l'"immunità di gregge"

PISA. "In Toscana il dato dei bambini vaccinati è superiore all'80%". Lo ha detto l'assessora regionale al Diritto alla salute, welfare e sport, Stefania Saccardi, rispondendo alle domande dei giornalisti e commentando l'ultima morte avvenuta causa morbillo in Sicilia.
 
"È  da un bel pezzo - ha spiegato l'ex vicesindaca di Firenze - che il ministero e tutti noi lanciamo allarmi sul fatto che certe malattie, purtroppo, tornano a colpire proprio per l'abbassamento dei livelli di vaccinazione e che sul morbillo non superano l'80%. Tutte le autorità nazionali e internazionali ci dicono che la copertura di gregge si garantisce se si arriva almeno al 95% della copertura vaccinale e questo è il motivo per cui il Governo ha fatto una legge in tal senso ed è il motivo per cui la Regione Toscana aveva già presentato una proposta di legge che sostanzialmente anticipava il provvedimento governativo".
 

Vaccini a scuola, dubbi (e risposte) per i genitori

 
"In Toscana abbiamo cercato, dati i tempi strettissimi che avevamo a disposizione perché le circolari ministeriali sono arrivate il primo di settembre, di semplificare la vita al massimo quantomeno alle famiglie che erano in regola. Ad oggi, infatti - ha ripreso l'assessora - circa l'85% delle famiglie toscane che devono mandare i bambini a scuola, non ha dovuto fare assolutamente nulla e quindi non hanno dovuto perdere tempo in attività burocratiche o a fare code, cosa che  successa in altre parti del nostro Paese. Certo rimane quella fetta di bambini che per un motivo o per un altro avevano situazioni da approfondire anche, a volte, per mancata regolarit del database delle aziende sanitarie, anche solo per problemi di questo genere. Per quella fetta di popolazione banalmente necessario seguire le procedure previste dalla legge".
 

A scuola vaccinati: le regole da seguire

 
A queste famiglie è stato quindi consegnato il modulo per fare l'autocertificazione - ha proseguito l'assessora regionale - o sono state date le istruzioni per portare l'attestazione di richiesta di appuntamento alla Asl per eseguire le vaccinazioni oppure, comunque, la necessità di portare l'attestato di regolarità delle vaccinazioni che noi possiamo far rilasciare anche dai pediatri di base con i quali abbiamo fatto un accordo e dai quali abbiamo avuto ampia collaborazione. Quindi nella nostra Regione - ha concluso l'assessore - non si è verificato nessun caos a differenza di quanto accaduto anche in altre Regioni. Può darsi che si sia verificata qualche incomprensione, o qualche istituto scolastico che ha scelto di fare cose diverse, ma il dato importante  che la quasi totalit della famiglie toscane non ha dovuto dare alcun tipo di procedura burocratica".