Migliaia in fila per Chianti e Morellino

di Lara Loreti

Boom di visitatori alla Fortezza da Basso a Firenze

FIRENZE. La coda arriva quasi alla stazione ferroviaria. Tutti in fila per assaggiare il meglio del vino toscano firmato “Chianti lovers”. Sono i giovani a dominare l’esordio della settimana dedicata alle Anteprime dell’annata 2017, alla Fortezza da Basso a Firenze.
Una domenica all’insegna del Chianti che tocca mezza Toscana, con 150 aziende da Arezzo alle Colline Pisane. Circa 4.000 i visitatori, il doppio rispetto allo scorso anno ed a quanto gli organizzatori del Consorzio Vino Chianti si aspettavano. Un successo di pubblico oltre ogni immaginazione, tutti ansiosi di assaggiare le oltre 500 etichette in degustazione. Numeri che fanno riflettere e che fanno venir voglia di ampliarsi e di approfittare del successo per mettere in campo nuovi progetti. È il pensiero a voce alta del presidente del consorzio Giovanni Busi: «Siamo entusiasti, siamo stati il primo consorzio in Toscana a decidere di aprire al grande pubblico questo appuntamento. Una scelta che si è rivelata vincente e che non vogliamo far cadere nel vuoto: stiamo valutando di ampliarci il prossimo anno dedicando più spazio fisico alla manifestazione e anche coinvolgendo nuovi consorzi. Non solo – aggiunge Busi – ci piacerebbe allargarci a livello nazionale e ingaggiare aziende del food di respiro nazionale».
Ricordiamo infatti che l’edizione 2018 di Chianti lovers è stata caratterizzata dalla partnership con il Consorzio di tutela del Morellino di Scansano che ha festeggiato i 40 anni della denominazione mettendo in vetrina l’annata 2017 e la riserva 2015 di oltre 20 aziende. «Siamo convinti che la Toscana debba presentarsi unita in questa occasione – spiega Busi – raccontando al mondo la nostra eccellenza e rendendosi così ancora più vincente e competitiva nei mercati internazionali. E credo anche che al livello di aziende gastronomiche il Chianti voglia e debba dialogare anche con chi produce ad esempio formaggi e salumi a livello nazionale. Siamo pronti ad espanderci».
Soddisfazione anche dal Morellino: «È proprio il caso di dire “buona la prima” – ha commentato Rossano Teglielli, presidente del Consorzio tutela Morellino di Scansano – Siamo molto soddisfatti dell’affluenza e dell’interesse dimostrato dai visitatori per i nostri vini. Una scelta che si è dimostrata positiva».