Il proclama del giornalista Panzironi: «La nostra rivoluzione cambierà la medicina»

Assicura di non essere un medico. Tanto meno un guaritore. Ma poi annuncia che le sue diete possono combattere malattie come l'Alzheimer

LIVORNO. Assicura di non essere un medico. Tanto meno un guaritore. A Cinecittà, in mezzo allo studio televisivo da dove trasmette “Il cercasalute” il giornalista Adriano Panzironi attacca Il Tirreno e la sua campagna contro la disinformazione in sanità. «Life120 - proclama - non è una dieta bufala. Non è vero che io curo varie patologie compreso l’Alzheimer con le spezie». E poi si lancia: «Io sono critico della medicina (letterale, ndr) che non vuole cambiare. .. È una grandissima rivoluzione quella che sta facendo Life120 in Italia per cambiare la medicina».

Panzironi, dunque, non è un medico ma si propone di rivoluzionale la medicina con il suo stile di vita che: 1) definisce la dieta mediterranea «la causa di tutte le malattie dell’epoca moderna»; 2) attribuisce ai carboidrati “insulinici” (pane, pasta, pizza, patate, legumi e mais) l’origine di ogni patologia; 3) attacca la «medicina ufficiale che cura sintomi, ma non le cause»; 4) propone di sostenere la dieta con integratori prodotti insieme al gemello Roberto.

Diete bufala, Panzironi denunciato alla Procura di Roma


L’attacco alla medicina «ufficiale» non è un concetto nuovo per Panzironi. Lo ripete da anni. E lo ha annunciato anche nella prima puntata de Il Cercasalute 2018 «trasmissione che cambierà per sempre la medicina». Un obiettivo impegnativo per uno che non è medico, ma neanche poi tanto se si pensa che in trasmissione sostiene: «la corretta alimentazione la base per risolvere le nostre patologie». C’è da capire se risolvere significhi «guarire». Secondo Panzironi no. Neppure secondo il suo unico intervistatore, Benedetto Dionisi : «Mai ha detto Panzironi che Life120 sia una medicina alternativa, come se dicesse di non prendere i farmaci». E Panzironi rincara nella puntata di domenica 10 giugno: «Mai detto che le spezie sono curative di tutte le patologie. Come se dicessi di sospendere le medicine o di non andare dal medico. Io dico cambiate alimentazione, fate integrazione».

Nelle trasmissioni, però, il tono cambia. Nella puntata 13 del 2018 Dionisi si rammarica degli «attacchi ufficiali (a Panzironi) della medicina ufficiale che non vuole capire le cose che lei ci spiega benissimo». Come il fatto, ad esempio, che «la soluzione ai calcoli non è bere tantissimo come ci dice la medicina ufficiale». O «che le vere cause dell’Alzheimer sono i cibi che inducono la comparsa della malattia». Perciò Panzironi ritiene che «se le persone fanno una giusta alimentazione e una giusta integrazione possono fermare la progressione (dell’Alzheimer) e addirittura si può pensare a una regressione». Così parla il giornalista che nega di comportarsi come un medico. Eppure quando parla di artrosi non esita a dire: «Quello farmacologico è il classico approccio della medicina ufficiale che tende a somministrare farmaci che non risolvono la causa, ma solo effetto. Garantisce la sospensione del dolore, ma non il progredire della patologia». Tutto come da copione. Anche Donati che garantisce che Panzironi non guarisce con le spezie. Salvo negli spot de Il Cercasalute, fra un’intervista e l’altra, agli spettatori confessare:«Io prendo gli integratori Life120 (OracSpice)... contengono curcuma una spezia che ha anche capacità antitumorali… e di prevenzione dell’Alzheimer». Lo dicono loro. (il.bo.)