La Toscana del lavoro che uccide

di Luigi Vicinanza

Oggi si sarebbe riposato. Come tanti dopo una settimana di lavoro. Non gli è stato concesso. E’ morto mercoledì, terzo giorno di fatica per un contratto della durata di appena sei giorni