dalle bocchette al mondo 

Gianneschi Pumps and Blowers guarda ai mercati emergenti

VIAREGGIO. Il “made in Tuscany” come elemento identificativo nonché valore aggiunto di un’azienda che un decennio fa riforniva imbarcazioni sino a un massimo di 70 metri, misura oggi addirittura raddoppiata, merito (anche) del rilancio operato nel recente passato che le ha permesso di tornare ad essere competitiva sul mercato. La Gianneschi Pumps and Blowers, società fondata nel 1969 che opera nella zona industriale delle Bocchette a Capezzano Pianore, destina i suoi prodotti in prevalenza ai megayacht. «E più di recente ci siamo specializzati come sistemisti – spiega Alessandro Gianneschi, che conduce l’attività assieme al fratello Cristiano –, ci leghiamo ai cantieri per la fornitura diretta, ma anche indiretta, ovvero con l’utilizzo delle pompe come accessori customizzati, con il duplice vantaggio per il cliente di utilizzare prodotti nautici e della stessa azienda».



Un mercato che coinvolge l’Italia, ma anche il resto del mondo: «Stati Uniti, Nord Europa, Middle East e altre realtà emergenti, come Turchia, Nuova Zelanda e Emirati Arabi», sottolinea Gianneschi, la cui azienda si sviluppa un gruppo di capannoni per un’area complessiva di 8mila metri quadri. Uno di questi, aperto nel 2016, «è dedicato alla costruzione di serbatoi Inox». Là, nella zona industriale delle Bocchette, dove quest’anno è stata intitolata una via a Luigi Gianneschi, il fondatore della Gianneschi Pumps and Blowers che di recente ha ottenuto svariati Type Approval (certificati di qualità) per una serie di prodotti. «Il merito è da condividere con i collaboratori che assieme alla direzione ci hanno supportato in questi anni di cambiamenti importanti», il ringraziamento di Gianneschi, che ribadisce poi come «il concetto di territorialità sia fondamentale: tutte le nostre lavorazioni hanno vita in Toscana, perché non prescindiamo dalla qualità, nonostante i costi siano maggiori, ma in questo modo tutti i nostri prodotti sono rintracciabili, anche a distanza di tempo».

Nel 2015 è stata creata la GSI Elettromeccanica che focalizza la propria attività sulla riparazione, manutenzione, assistenza a bordo e installazione di sistemi di regolazione alimentati da inverter, «grazie al supporto di un team di tecnici con un’ampia esperienza alle spalle». (g.n.)