Ruba 400 euro e scatena il caos al supermercato

Lido di Camaiore: dopo aver preso profumi e alcolici avrebbe anche aggredito un vigilante, arrestato

LIDO DI CAMAIORE. Ha creato un parapiglia: prima ha tentato di rubare all’Esselunga, ha aggredito un vigilante e poi ha tentato di nascondersi tra l’erba alta non lontano dal supermercato.

È successo tutto lunedì 11, i carabinieri della stazione di lido di Camaiore hanno arrestato per tentata rapina impropria un cittadino senegalese, Diouf Papa Amar, 33 anni, già noto alle forze dell’ordine per altri reati simili. Secondo la ricostruzione fatta dai militari, lo straniero, dopo essere entrato al supermercato Esselunga lungo la via Aurelia, ha preso dagli scaffali nel negozio della merce: si tratta di profumi e di alcolici per un valore complessivo di oltre 400 euro. Diouf sperava di non essere beccato ma, uscendo dal negozio, è stato sorpreso da un addetto alla vigilanza che ha provato a fermarlo per fargli rimettere a posto i prodotti.

Il ladro però non aveva alcuna intenzione di collaborare e ha spintonato la guardia cercando di guadagnarsi la fuga e dirigendosi verso l’uscita.

Tuttavia, dopo una breve colluttazione, l’uomo ha capito di essere in difficoltà: ha deciso quindi di desistere e ha abbandonato improvvisamente a terra la refurtiva. A quel punto però si è dato alla fuga a mani vuote.

Immediata è scattata la telefonata ai carabinieri che sono intervenuti sul posto. I militari hanno subito avviato le ricerche: la fuga del senegalese è stata breve. Lo hanno sorpreso e bloccato mentre tentava di nascondersi tra la vegetazione poco distante dal supermercato. Lo straniero è stato dichiarato in arresto per il reato di rapina impropria ed è stato portato in caserma dove ha trascorso la notte tra lunedì e martedì in una cella in attesa dell’udienza di convalida fissata per ieri. L’arresto è stato convalidato e l’uomo ha l’obbligo di firma. La refurtiva invece è stata restituita al supermercato.