Cézanne, i ritratti di una vita arriva sul grande schermo

Dopo Van Gogh e Caravaggio è la volta di Paul Cézanne: approda infatti sul grande schermo “Cézanne. Ritratti di una vita”, il docufilm che vede protagonista le opere del padre dell’arte moderna, colui che influenzò Fauves, cubisti e gli artisti delle avanguardie

Dopo Van Gogh e Caravaggio è la volta di Paul Cézanne: approda infatti sul grande schermo martedì 8 e mercoledì 9  “Cézanne. Ritratti di una vita”, il docufilm che vede protagonista le opere del padre dell’arte moderna, colui che influenzò Fauves, cubisti e gli artisti delle avanguardie. Ambientato a Londra, Parigi, Washington e in Provenza, quel sud della Francia in cui Cézanne nacque e si spense, il film ripercorre la vita di uno dei più grandi artisti esistiti. Un viaggio attraverso gli spazi e le lettere private che ne segnarono l’esistenza e che aiutano lo spettatore ad avvicinarsi all’animo e al pensiero di colui che per Picasso e Matisse fu “il padre di noi tutti”. La macchina da presa mostra così le immagini di “Cézanne’s portraits”, l’esposizione che raggruppa ben cinquanta ritratti del pittore di Aix-en-Provence: opere che hanno viaggiato da Londra, a New York, a Parigi. Curatori ed esperti hanno prestato il volto e la voce per arricchire i contenuti del film, guidando lo spettatore all’interno della mostra e della vita di Cézanne. Oltre a quadri entrati nella leggenda, Cézanne ha realizzato circa 200 ritratti: le persone che fecero parte alla sua vita sono immortalate proprio lì, con il suo tratto e le sue pennellate, e molte di loro furono scelte come soggetto più di una volta. Assieme ai ritratti, si contano poi una trentina di autoritratti. Anche il pronipote del pittore, Philippe Cézanne, ha preso parte al progetto. I lettori de Il Tirreno presentando il coupon qui sopra in versione cartacea potranno avere il ticket gratis se si presenteranno velocemente al botteghino del Politeama di Viareggio ad ogni spettacolo martedì 8 (17.30; 19.15; 21) e mercoledì 9 (17.30; 19.15). Per i primi 5 la gratuità, per gli altri lo sconto.